Mostra fotografica del giovane collettivo Outofline

Ecco che con l'arrivo della primavera il Centro Culturale Cantiere Sanbernardo di Pisa riapre con una rassegna di eventi multicolori e diversificati con il suo consueto stile divertito e irriverente. Ad aprire la rassegna sarà, venerdì 14 marzo alle ore 18.30, la mostra fotografica del collettivo Outofline: Una narrazione (s)oggettiva del dissenso. Accompagneranno l'inaugurazione la musica di dj 4Tune e la presenza del collettivo fotografico Fotosocial.

Outofline photo collective si prefigge di costruire una narrazione che sia condivisa da chi fotografa e da chi è fotografato. Una visione soggettiva e parziale che diventa testimonianza di un'identità collettiva. Raccontare attraverso le immagini i desideri e le rivendicazioni dei protagonisti del dissenso di questi ultimi anni, con cui il collettivo ha costruito legami forti, in una prospettiva interna e solidale. Individuare il filo rosso che lega studenti e precari, teatri e presidi davanti ai posti di lavoro, mostrando la ricchezza delle relazioni e degli incontri in spazi riaperti, occupati, liberati, fotografando questi luoghi, prima abbandonati, poi recuperati e vissuti. Capire gli effettivi problemi che il turismo delle Grandi Navi provoca sul territorio. Un viaggio che passa attraverso le conosciutissime situazioni di Venezia e dell'isola del Giglio, fino ad arrivare a Savona, il cui piccolo porto è invaso dalle immense città galleggianti.

Sono questi i temi della mostra, come del progetto fotografico di cui vuole essere espressione.

Attraverso le immagini il progetto Una narrazione (s)oggettiva del dissenso racconta i desideri e le rivendicazioni dei protagonisti del dissenso di questi ultimi anni, con cui il collettivo ha costruito legami forti, in una prospettiva interna e solidale.

La mostra è un invito a riflettere sulla presa di posizione che ogni immagine porta con sé, una volontà di raccontare delle storie di cui ci sentiamo parte con l'obiettivo di creare un immaginario positivo delle proteste e dei dissensi contemporanei, italiani e non.

Outofline photo collective nasce nel 2011 a Pisa dalla necessità di andare oltre l'informazione mainstream. Scatto dopo scatto, l'obiettivo diventa praticare la fotografia come azione politica, utilizzando uno stile di informazione dichiaratamente di parte.



Per approfondimenti: www.outoflinephotocollective.org - outoflinephotocollective@gmail.com






Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Territorio, comunità, architettura nella Toscana di Olivetti

    • Gratis
    • dal 20 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Museo della Grafica
  • 'Hello world! l'informatica dall'aritmometro allo smartphone'

    • Gratis
    • dal 10 ottobre 2019 al 30 aprile 2020
    • Centro Congressi Le Benedettine
  • 'Arcadia e Apocalisse. Paesaggi italiani in 150 anni di arte, fotografia, video e installazioni' a Pontedera

    • dal 8 dicembre 2019 al 26 aprile 2020
    • Palp - Palazzo Pretorio
  • Vicopisano, camminando nel romanico

    • 4 aprile 2020
    • Pieve di Santa Maria
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PisaToday è in caricamento