lunedì, 22 dicembre 1℃

Palio di San Ranieri: anche nel 2012 si replica la notturna

Quest'anno la competizione in onore del patrono pisano sarà dedicata ad Antonio Pacinotti. Santa Maria, Sant'Antonio, San Martino e San Francesco si daranno ancora una volta battaglia per aggiudicarsi la vittoria

Redazione 16 giugno 2012

Sarà una due giorni super intensa per Pisa con il suo Giugno Pisano che entra nel vivo. Stasera la Luminara e domani il Palio di San Ranieri, rigorosamente in notturna dopo il successo dell'edizione 2011.

“Tra le manifestazioni storiche il Palio di San Ranieri è quello di tradizione più antica” ha spiegato Roberto Balestri, responsabile della competizione che ogni anno puntuale il 17 giugno si svolge sulle acque cittadine dell’Arno. Venerdì, allo Scalo dei Renaioli, si è tenuta la presentazione degli equipaggi. Presente il sindaco Filippeschi che ha annunciato il tanto atteso bis sotto le stelle: “Quest’anno, dopo il successo del 2011, replicheremo la notturna. Il Palio è una manifestazione importante e deve crescere ancora. Continueremo il nostro impegno perché ogni barca abbia quello che serve per competere al meglio”.

“Il canottaggio è uno sport importantissimo per Pisa, per questo stiamo lavorando per promuovere altre gare a sedile fisso, come abbiamo fatto con l’edizione del Palio dei Quartieri durante il Capodanno Pisano” ha commentato l’assessore alle manifestazioni storiche Federico Eligi che ha aggiunto “Il Palio di quest’anno è dedicato al grande fisico pisano Antonio Pacinotti, nel centenario dalla scomparsa. L’inventore della dinamo nacque proprio il 17 giugno”
.

Ecco il programma della giornata del 17 giugno:

Ore 21.00 - Doppia sfilata: sull’Arno la sfilata delle quattro barche con i paggetti e le madrine, a terra il corteo dei bambini con partenza da Piazza XX Settembre e arrivo allo Scalo dei Renaioli

Ore 21.30 - Arrivo al Barcone e ritorno alla partenza

Ore 22.00 -  Partenza

Il percorso
1500 metri controcorrente dal Ponte della Cittadella presso la sede dei Canottieri Arno ferrovia ed arrivo allo Scalo dei Renaioli.
Le imbarcazioni sono in vetroresina a sedile fisso e si ispirano alle tipiche "fregate stefaniane" dell'ordine Mediceo dei Cavalieri di Santo Stefano. L’equipaggio è formato da otto vogatori, il timoniere ed il montatore. Quest'ultimo si deve arrampicare su uno dei 4 canapi che raggiungono la sommità di un pennone alto 10 metri, posto al traguardo, e afferrare il palio azzurro, simbolo della vittoria. Due paperi invece rappresentano il poco ambito riconoscimento per gli ultimi classificati.

Equipaggi Palio di San Ranieri

Barca Celeste (Santa Maria)

Timoniere: Gabriele Ciulli
Vogatori: Massimiliano Foschi, Cristiano Timpano, Fabio Ferraro, Flavio Ricci, Mirko Lodino, Luca Ciampa, Elio Rovina, Federico Orsi
Montatore: Zeno Del Corso
Allenatore: Massimiliano Ghelardi

Barca Rossa (San Martino)

Timoniere: Luca Alessandrini
Vogatori: Simone Tonini, Massimiliano Landi, Ivan Lorenzini, Raffaele Matteoni, Sasha Sicurani, Alessandro Augusti, Luigi Mostardi, Francesco Vaselli
Montatore: Ettore Pistelli
Allenatore: Alessandro Simoncini.

Barca Gialla (San Francesco)

Timoniere: Claudia Cini.
Vogatori: Lorenzo Cini (Doga), Emilio Giuliani, Michele Orsitto, Davide Del Carratore, Matteo Graziani, Paolo Arnò, Amanuel Sighera, Emanuele Bronzini, Diego Cotroneo
Montatore: Matteo Paolini
Allenatore: Primo Cini

Barca Verde (Sant'Antonio)

Timoniere: Nicholas Mollica.
Vogatori: Federico Micaelli, Francesco Alonsi, Filippo Brasa, Pietro Pezzini, Matteo Rosellini, Lorenzo Cini, Alessio Mollica, Luca Davini
Montatore: Brigel Spahiu.
Allenatore: Maurizio Nencini.
Riserve: Guido Carmassi, Riccardo Paolettoni

Annuncio promozionale

 

Centro Storico
giugno pisano

Commenti