Teatro del Silenzio: tutto esaurito per Bocelli e la sua Lajatico

Nonostante il forfait dell'ultimo minuto per quattro artisti cinesi, lo spettacolo non ha risentito della loro assenza: standing ovation per Renato Zero, ospite tra gli ospiti Andrea Bocelli

Renato Zero e Andrea Bocelli sul palco del Teatro del Silenzio

Un Teatro del Silenzio all'insegna dell'estero. Non solo per il concerto "Bravo Italy & China", con il quale si è voluto celebrare i 40 anni di relazioni diplomatiche tra Italia e Cina, ma anche per la forte presenza di stranieri. Dei 5700 biglietti venduti, che hanno decretato il tutto esaurito, visto che la capienza è stata ridotta rispetto allo scorso anno, il 60% è stato acquistato da stranieri: tedeschi e inglesi in primis, ma anche russi, brasiliani, statunitensi e naturalmente cinesi. E Andrea Bocelli, di fronte ad un pubblico mai come quest'anno poliglotta, non ha tradito le aspettative, regalando uno spettacolo di oltre due ore, nel quale, come egli stesso aveva dichiarato alla vigilia, "la mia presenza sarà marginale rispetto agli scorsi anni, ma il richiamo della mia terra per me è sempre irresistibile". E infatti le apparizioni del tenore di Lajatico, il cui ingaggio sarà devoluto in beneficenza, sono state scandite con il contagocce, come si dice: "Poche ma buone". 

LE DEFEZIONI. A movimentare le ore precedenti l'inizio del concerto-spettacolo sulle vallate di Lajatico, il forfait di alcuni artisti inseriti nel programma: quattro cinesi infatti, che avrebbero dovuto esibirsi sul palco del teatro all'aperto, sono dovuti rimanere a casa, bloccati nella Repubblica Popolare per problemi con i visti di espatrio. Si tratta di Liao Changyong, un tenore asiatico, Li Yugang, trasformista vocale e di genere, primo artista a rappresentare la cultura tradizionale cinese alle Nazioni Unite, Wang Yabin, la più giovane ballerina cinese, e il soprano Huang Ying. Presenti invece regolarmente il pianista Lang Lang, il violinista Lv Siqing e la ballerina Qiu Siting. Quest'ultima è stata inserita in scaletta nelle ultime ore, anche se non era presente nella lista originale del cast.

LO SPETTACOLO. Iniziato sulle note del "Va pensiero" per celebrare i 150 anni dell'Unità d'Italia, l'evento ha presentato agli spettatori presenti in platea, tra cui anche il comico Giorgio Panariello, la tennista Francesca Schiavone e il presidente della Fondazione Italia Cina Cesare Romiti, un giusto mix di lirica, musica leggera e danza, in una serata di altissimo livello artistico.

Sorprendente il pianista Lang Lang quasi "posseduto" dal suo strumento, prima in accompagnamento a Bocelli ne "La Danza" di Giacomo Puccini, e poi in un assolo mozzafiato che ha incantato. Tra i duetti emozionante quello tra Bocelli e Renato Zero, le cui voci si sono fuse splendidamente nel brano "Amico" dello stesso cantautore romano che ha poi regalato quel gioiello de "I migliori anni della nostra vita"
"E' una serata bizzarra ma decisamente incisiva - ha affermato Renato Zero sul palco - questa Toscana è un pò tutto, mare e terra, questa zona, in cui ci troviamo stasera, rappresenta quella autentica, nei colori, nei sapori e soprattutto nell'amicizia. Voglio ringraziare la Cina, un paese tanto lontano sul mappamondo, quanto vicino per la sua storia. E' un popolo che ha dimostrato grande pazienza ed è stato ricompensato: siete i primi in tutto e siete per noi un bell'esempio".

Rockeggiante l'esibizione di Nek che ha scaldato il pubblico, in lotta con un forte vento per gran parte della serata, con la sua "Laura non c'è".
Leggiadra sulle punte la prima ballerina dell'Opera di Parigi, Eleonora Abbagnato, impeccabile al flauto Andrea Griminelli

Dietro al palco continui giochi di luce su una scenografia composta da stalagmiti e giocolieri che hanno fatto roteare per l'intera durata dello show fiaccole infuocate.

Un finale stupendo ha regalato a Bocelli & company una standing ovation: sulle note del "Nessun dorma" interpretato da Bocelli e dalle Divas, una pioggia di coriandoli, rigorosamente bianchi, rossi e verdi, ha investito la platea e ha chiuso l'edizione 2011, con il quesito se il Teatro del SIlenzio potrà rivere anche l'anno prossimo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Principio di incendio al Centro dei Borghi: evacuato

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 21 e 22 settembre

  • Temporali in arrivo: allerta meteo arancione su tutta la Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento