"Il giardino stregato di Maga Cornacchia" a Santa Maria a Monte

Riprende sabato 9 Gennaio la rassegna per bambini Il Baule dei sogni al teatro comunale di Santa Maria a Monte l’appuntamento è alle 16.30 con Il giardino stregato di Maga Cornacchia  con Anna Manfio e Anna Valerio,  età consigliata 3 - 8 anni.

Le nostre amiche Fata Corolla e Fata Valeriana entrano per errore in una vera fiaba. Si trovano così a essere due principesse rapite dalla perfida Maga Cornacchia e imprigionate nel suo castello stregato. Da quel momento saranno loro, aiutate dal pubblico, a dover reinventare la fiaba e trovare il modo per uscire dalla nera prigione. Per fortuna all’interno del castello c’è un misterioso giardino ricco di sorprese e meraviglie e abitato da personaggi stravaganti.

Ed è così che le nostre due amiche, anche se hanno perso momentaneamente i loro poteri di fate, potranno avvalersi di quella “magia” che abbiamo tutti: “la fantasia e la creatività”, trovando il modo di scappare e di dare alla loro avventura un “lieto fine!”.

La rassegna prosegue con altri due spettacoli: sabato 16 gennaio con Raperonzola e  il 23 gran finale con Becco di rame.

La rassegna è promossa dai comuni di Castelfranco, Montopoli V.no, San Miniato,  Santa Croce sull’ Arno (comune capofila) e di Santa Maria a Monte, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, che condivide la direzione artistica con Giallo Mare Minimal Teatro.

A tutti i bambini sarà offerta una merenda a cura di Unicoop Firenze.

Per informazioni ci si può rivolgere a Giallo Mare Minimal Teatro 0571 81629 o info@giallomare.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • 'Coronarte, gli artisti si raccontano ad Andrea Speziali in una mostra digitale'

    • Gratis
    • dal 25 marzo al 5 giugno 2020
    • Casa Speziali
  • "Chi finanzia il cambiamento climatico?". Scopriamolo con Greenpeace Pisa

    • solo domani
    • Gratis
    • 26 maggio 2020
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PisaToday è in caricamento