I giganti della montagna: spettacolo teatrale

Venerdì 20 marzo alle ore 21 al Teatro Era di Pontedera la compagnia fortebraccio teatro presenta I GIGANTI DELLA MONTAGNA con Luigi Pirandello, con Roberto Latini, premio UBU 2014 come migliore attore, che cura l'adattamento e la regia oltre a essere unico interprete. Per la seconda volta dopo la presentazione all'Arena del Sole di Bologna, è presentata lo spettacolo nella versione completa, in due atti.

Latini mette in scena il testo incompiuto di Pirandello, Roberto Latini è solo in scena, con una grande maestria di voce e con un gioco di ombre e apparizioni, interpreta i vari personaggi, grazie a un serrato dialogo con la musica e con i suoni di Gianluca Misiti e alle luci di Max Mugnai.

I giganti della montagna, rappresentato postumo nel 1937, è l'ultimo dei capolavori pirandelliani. La vicenda è quella di una compagnia di attori girovaghi, guidati dalla contessa Ilse, che giunge dopo varie peregrinazioni in un tempo e luogo indeterminati: al limite fra favola e realtà, alla Villa detta "la Scalogna". Gli abitanti della villa, peculiari e misteriosi, il mago Cotrone e gli Scalognati, cercano all'inizi di allontanarli con varie strategie, tuoni, fulmini, apparizioni di fantasmi, infine, poiché i commedianti non accennano a intimorirsi, li accolgono, e Cotrone cerca di convincere la contessa a recitare per gli ospiti della villa il suo dramma "La favola del figlio cambiato", una storia scritta per lei da un giovane poeta che, innamorato e da lei stessa respinto, si è ucciso. Ma Ilse non accetta, vuole che, in qualche modo, chi assiste all'opera teatrale venga coinvolto, magari anche in modo conflittuale; allora Cotrone le propone di recitare la sua favola ai Giganti della montagna, potenti signori occupati nella realizzazione di grandi opere, che potrebbero inserirla in un contesto di festeggiamenti per un loro importante matrimonio. La tragedia termina con l'arrivo dei Giganti.

Latini scrive de I Giganti della Montagna: "Non aggiungerò parole alla trama, ma voglio dire di altre possibilità che vorrei assecondare. Sono sempre stato molto affascinato per il non finito, non concluso. Ho sempre avuto una grandissima attrazione per i testi cosiddetti incompiuti. Mi sembrano da sempre così giusti rispetto al teatro. L'incompiutezza è per la letteratura, per il teatro è qualcosa di ontologico.

Trovo perfetto per Pirandello e per il Novecento che il lascito ultimo di un autore così fondamentale per il contemporaneo sia senza conclusione. Senza definizione. Senza punto e senza Il sipario di quando c'è scritto - cala la tela. I Giganti della Montagna è un testo che penso si possa permettere ormai il lusso di destinarsi ad altro possibile. Dopo le bellissime messe in scena che grandissimi registi e attori del nostro Teatro recente e contemporaneo ci hanno già regalato, penso ci sia l'occasione di non resistere ad altre tentazioni".

Inizialmente lo spettacolo doveva essere un "duo" con Federica Fracassi che però si è infortunata pochi giorni prima della presentazione del Primo Atto a un festival estivo. Latini ha deciso comunque di andare avanti e di interpretare tutti i personaggi. Il lavoro ha preso una forma che è stato difficile riportare al duo, così lo spiega Roberto Latini: "Ho condiviso parte fondamentale di questo percorso insieme a Federica Fracassi, ai suoi colori e alla sua capacità di stare nell'abbandono, sul confine tra favola e realtà, ma ho infine deciso di assecondare una forma che mi chiama a un attraversamento in solitaria. Scrivere in locandina - "senza Federica Fracassi" - non è per sottolineare un'esclusione, ma, al contrario, per riconoscerle ogni merito."

I GIGANTI DELLA MONTAGNA

di Luigi Pirandello
adattamento e regia Roberto Latini
con Roberto Latini
senza Federica Fracassi
musiche e suoni Gianluca Misiti
luci e direzione tecnica Max Mugnai
video Barbara Weigel
assistente alla regia Lorenzo Berti
collaborazione tecnica Marco Mencacci
realizzazione elementi di scena Silvano Santinelli, Luca Baldini
organizzazione Nicole Arbelli
foto Simone Cecchetti
produzione Fortebraccio Teatro

Biglietti:

intero 15 € - Ridotto 12 € - Studenti 10 €

Prenotazione:

dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 18 ai numeri 0587/55720 - 57034 o reservations@pontederateatro.it

Prevendita online

Circuito Boxoffice Toscana www.boxofficetoscana.it
Teatro Era via Indipendenza - parco Jerzy Grotowski snc - 56025 - Pontedera Tel. 0587 55720/57034

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Enrico Brignano in 'Un'ora sola vi vorrei' in piazza dei Cavalieri

    • 28 agosto 2019
    • Piazza dei Cavalieri
  • Mostra su Alfred Hitchcock

    • dal 7 aprile al 1 settembre 2019
    • Museo della Grafica
  • Dai Tiromancino alla P.F.M.: entra nel clou il cartellone di Marenia

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 14 al 19 agosto 2019
  • Sagra della patata fritta

    • dal 16 al 20 agosto 2019
    • centro storico
Torna su
PisaToday è in caricamento