Teatro Verdi: Pierfrancesco Favino sul palco è un 'Servo per due'

Sabato e domenica l'attore sarà regista e protagonista della commedia liberamente tratta da 'Il servitore di due padroni' di Carlo Goldoni. In scena personaggi in fuga dai comportamenti maldestri tipicamente italiani

È molto atteso, e ne sono riprova i pochissimi biglietti rimasti disponibili, il secondo titolo del cartellone teatrale firmato insieme dalla Fondazione Teatro di Pisa e dalla Fondazione Toscana Spettacolo: dopo il successo riscosso al debutto in prima nazionale a Firenze, al Teatro la Pergola, arriva ora anche a Pisa 'Servo per due', regia di Pierfrancesco Favino e Paolo Sassanelli, protagonisti Pierfrancesco Favino e gli attori del gruppo Danny Rose: al Teatro Verdi questo fine settimana (sabato 14 dicembre ore 21 e domenica 15 dicembre ore 17).

Con Pierfrancesco Favino e la compagnia è previsto anche un incontro, sabato pomeriggio, alle ore 17, in sala Titta Ruffo; coordinano Franco Farina e gli studenti del corso 'Scrittura per la scena' dell’Università di Pisa.

Edizione italiana del pluripremiato One Man, Two Guvnors del commediografo inglese Richard Bean, Servo per due è una liberissima rilettura del goldoniano 'Il servitore di due padroni'. 

"Bean riprende la tipologia della maschera di Goldoni e ne comprende l’importanza riportandola in un contesto moderno - racconta Pierfrancesco Favino - noi abbiamo italianizzato i personaggi e le situazioni, portando sotto i riflettori i comportamenti dell’italiano dinanzi alle vicende della vita, comportamenti che sembrano reiterati anche con il passare delle epoche e degli anni. La nostra è una commedia comica, con personaggi in fuga, dai comportamenti maldestri, tipicamente italiani".


LA TRAMA. In una Rimini degli anni ’30, Pippo, moderno Arlecchino, ha appena perso il lavoro e si ritrova depresso, senza soldi e senza possibilità alcuna di mangiare. Disperato, comincia a cercare un nuovo lavoro e dopo vari tentativi accetta di servire contemporaneamente due diversi padroni: Rocco, un piccolo malvivente del nord, e Lodovico, altro noto malfattore. Essere al servizio di due padroni vuol dire sì raddoppiare salario e pasti, ma anche avere un doppio carico di lavoro e ricordarsi quali ordini e da chi gli verranno impartiti. Non solo… Dopo un po’ di tempo, infatti, frequentando le due case, Pippo scoprirà che Rocco non è Rocco. Ad averne assunto l’identità è la sorella gemella Rachele, dopo che il fidanzato le ha ucciso il fratello. E chi è quel fidanzato assassino? Lodovico. Pippo, quindi, dovrà assolutamente evitare che i suoi due padroni si incontrino, al fine di scongiurare che ognuno di loro capisca che lui sta lavorando anche per l’altro…

Tradotto e adattato da Pierfrancesco Favino, Paolo Sassanelli, Marit Nissen e Simonetta Solder, 'Servo per Due' è una produzione Gli Ipocriti / Associazione R.E.P. la Compagnia di Repertorio, con la partecipazione della Fondazione Teatro La Pergiola. Elaborazioni musicali a cura dell’Orchestra 'Musica da Ripostiglio', eseguite live; scene di Luigi Ferrigno, costumi di Alessandro Lai, luci di Cesare Accetta, coreografie di Fabrizio Angelini.

Gli attori in scena al Teatro Verdi di Pisa con Pierfrancesco Favino sono: Bruno Armando, Gianluca Bazzoli, Ugo Dighero, Anna Ferzetti, Giampiero Judica, Marit Nissen, Pietro Ragusa, Diego Ribon, Eleonora Russo, Luciano Scarpa, Chiara Tomarelli, Roberto Zibetti.


Per informazioni Teatro di Pisa tel 050 941 111 e www.teatrodipisa.pi.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus: 196 nuovi casi in Toscana, il dato più basso dall'inizio dell'epidemia

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

Torna su
PisaToday è in caricamento