'Tutto ciò che sto per dirvi è falso': al Teatro Verdi lo spettacolo sulla contraffazione

Giovedì 30 ottobre andrà in scena lo spettacolo che ha l'obiettivo di far conoscere ai cittadini l'intera filiera del falso, particolarmente attiva a Pisa. Confcommercio: "Il nostro obiettivo è informare ed educare al rispetto della legalità"

Mangiare, vestirsi, apparire, muoversi, curarsi. La contraffazione si è impadronita di tutti i principali momenti della nostra vita. I 'falsi' costituiscono un dramma sociale spesso trascurato dai media, non percepito nella sua pericolosità dai consumatori. Sono queste le premesse dello spettacolo teatrale 'Tutto quello che sto per dirvi è falso', uno show di denuncia della contraffazione e dell'abusivismo che il prossimo giovedì 30 ottobre approderà sul palco del Teatro Verdi di Pisa.

Organizzato e promosso da ConfcommercioPisa, in collaborazione con la Camera di Commercio di Pisa e il Comune di Pisa, il patrocinio della Prefettura e della Federazione Moda Italia, lo spettacolo è un significativo esempio di teatro civile e di informazione, che per la prima volta indaga il business della contraffazione a 360 gradi, gli ambiti in cui il falso prospera (agroalimentare, moda, farmaceutica, meccanica, ecc..) e assicura utili alle mafie che lo gestiscono. La mattina saranno gli studenti del triennio superiore delle scuole di Pisa e provincia ad assistere allo show, mentre alle 21 è prevista la replica, gratuita, aperta a tutta la cittadinanza.

“Proprio attraverso il linguaggio del teatro - spiega Federica Grassini, presidente di ConfcommercioPisa - vogliamo mettere in luce l'intera filiera del falso, lo sfruttamento di manodopera clandestina connesso, gli introiti illeciti che finiscono nelle tasche della mafia. Chi compra contraffatto sa di acquistare un falso, ma ignora la produzione. Il nostro obiettivo è informare ed educare al rispetto della legalità, lanciare un messaggio forte alla cittadinanza, ai giovani, alle istituzioni. L'auspicio è che si esca dal teatro un po più arrabbiati, cambiati dentro”.

“Esprimo grande apprezzamento per questa campagna di sensibilizzazione promossa dalla Confcommercio di Pisa. Contraffazione e abusivismo sono fenomeni che a Pisa hanno connotazioni significative e preoccupanti - ha spiegato il viceprefetto Dott. Valerio Massimo Romeo - presso la Questura abbiamo costituito una taskforce che opera per zone, composta da Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Municipale, Vigili del Fuoco, Direzione Territoriale del lavoro. Le disposizioni della Prefettura al Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica sono precise. Battere a tappeto nei luoghi dove c'è l'abusivismo, miscelando un'azione repressiva, finalizzata a controllare, reprimere, sanzionare, sequestrare la merce a un intervento di intelligence, affidato alla Guardia di Finanza, per colpire quelle attività che stanno a monte di questo sistema illegale”. tutto ciò che sto per dirvi è falso 1-2

“Non bisogna aver paura della repressione - ha ricordato David Gay, assessore alla Mobilità - ma la massima efficacia è possibile solo effettuando operazioni di controllo a monte della filiera”, mentre l'assessore alla cultura Dario Danti ha sottolineato “l'importanza di svolgere lo spettacolo al Teatro Verdi e il supporto anche economico delle istituzioni, senza il quale l'ingresso gratuito non sarebbe stato possibile”.

“Positivo il coinvolgimento delle scuole della provincia” secondo Marilù Chiofalo, assessore alle Politiche Educative del Comune di Pisa: “Le scuole dell'area pisana lavorano molto sul tema della cultura della legalità, della cittadinanza attiva e in quest'opera di sensibilizzazione ci si deve confrontare con tutti i passaggi di una economia illegale, basata sulla sfruttamento di bambini, ragazzi, adulti, molti dei quali anche laureati, schiavi di questi processi territoriali”.

Luciano di Legge della Camera di Commercio di Pisa “ha invitato tutti a partecipare a questa iniziativa alla quale la Camera di Commercio di Pisa ha aderito con entusiasmo, visto che si parla di imprese e di consumatori. Anche la scelta della rappresentazione teatrale per divulgare un tema giuridico complesso, trova il nostro pieno favore”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

Torna su
PisaToday è in caricamento