Bonus cultura: dove possono spendere i maggiorenni i loro 500 euro

Tutti i ragazzi nati nel 2000 hanno tempo fino al 30 giugno 2019 per registrarsi a 18app e fino al 31 dicembre 2019 per spendere il bonus: ecco dove

Sei maggiorenne e vuoi andare a vedere l’ultimo film del tuo regista preferito, quella mostra che tanto ti piace oppure vuoi visitare uno dei tanti musei palermitani che non conosci ancora? Adesso puoi rimettere in tasca la paghetta ché il biglietto non lo pagano più mamma e papà. Per tutti quelli nati nel 2000, infatti, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Presidenza del Consiglio dei Ministri destina 500 euro da spendere in “cultura”. Bisogna aver compiuto 18 anni nel 2018.

I ragazzi palermitani hanno tempo fino al 30 giugno 2019 per registrarsi a 18app (un’applicazione web) e fino al 31 dicembre 2019 per spendere il Bonus Cultura in cinema, musica, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera.

1. Come spendere il bonus cultura

I ragazzi, in possesso dei requisiti preliminari, devono accedere a 18app con la propria identità digitale (Spid), effettuare la procedura di registrazione fino all’ultimo passaggio dell’accettazione della normativa, e iniziare a creare buoni fino ad un valore massimo di 500 euro. Verificate il prezzo dei beni che intendete acquistare e generate un buono di pari importo. Potrete salvarlo sul vostro smartphone o stamparlo e spenderlo presso gli esercenti palermitani oppure online cercando chi ha aderito all’iniziativa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole superiori militari: tutto quello che c'è da sapere prima dell'iscrizione

  • Corso base per volontari della Croce Rossa Italiana: tutte le informazioni utili

  • 'Vini italiani, mercati mondiali': aperte le iscrizioni al master universitario di Primo livello

  • Quali sono le migliori università al mondo?

  • Wedding in crescita: a Pisa corso gratis per operatori marketing di settore

Torna su
PisaToday è in caricamento