A Pisa il primo porto 'plastic-free' d'Italia

Il Porto di Pisa dice addio alla plastica monouso: "Soffocando mari e fiumi sotto tonnellate di plastica soffochiamo il nostro futuro e quello dei nostri figli"

In vista della 'Giornata del mare e della cultura marina', in programma domani, 11 aprile, l’annuncio di un’iniziativa concreta per dare un segnale forte e invertire la rotta: il Porto di Pisa dice addio alla plastica monouso e diventa il primo approdo turistico 'plastic-free' d’Italia ed il primo porto italiano ad essere inserito nell’elenco '#plasticfree' del Ministero dell’Ambiente, che raccoglie le imprese, gli enti e le istituzioni che hanno adottato provvedimenti e promosso azioni sul tema dell'inquinamento da plastica.

Al centro di un territorio straordinario dal punto di vista naturalistico, all'interno del Parco di San Rossore e Massaciuccoli e di Pelagos, il santuario per la protezione dei mammiferi marini, il Porto di Pisa è diventato in pochi anni un punto di ritrovo per gli appassionati della vela e tutti gli amanti del mare. Non poteva così restare inascoltato l’appello delle numerose istituzioni e delle associazioni ambientaliste che mettono in guardia sui pericoli dell'inquinamento da plastica.

"C’è molta attenzione intorno a questo tema - commenta Simone Tempesti, amministratore unico del Porto di Pisa - ed è importante non solo continuare a parlarne, ma soprattutto avere il coraggio di impegnarsi concretamente, anche adottando misure drastiche. Il nostro percorso prevede l’abbandono della plastica monouso all'interno dei nostri uffici e della marina e il lancio di una campagna di comunicazione nazionale. Accogliere l’appello del ministro Costa è stato per noi un dovere morale perché è un problema che ci riguarda da vicino: soffocando mari e fiumi sotto tonnellate di plastica soffochiamo il nostro futuro e quello dei nostri figli".

Il Porto di Pisa si prepara inoltre ad ospitare una giornata di sensibilizzazione il prossimo 15 maggio, con un convegno dedicato ai temi dell’inquinamento da plastica e microplastiche e alle nuove prospettive del riciclo. Collaborano all’iniziativa: Università di Siena, Università di Pisa, Laboratori Archa, Parco di San Rossore Massaciuccoli, Comune di Pisa, Regione Toscana e Ministero dell’Ambiente. Il Porto di Pisa invita infine tutti gli studenti e i cittadini di Pisa e dintorni a partecipare ad un grande flash-mob per comporre tutti insieme la scritta plastic-free. L’evento si terrà sul molo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • il "plastic free" tanto osannato dai greggi di ecologisti di casa nostra è purtroppo il fallimento di paesi (italia e tanti altri) che non hanno saputo educare la gente ad essere civile e a poter smaltire come si deve il materiale inquinante. l'italia è il paese dove una persona su due (quando va bene) butta sigarette, carta bottigliette ecc dovunque, anche dalle macchine in corsa. quello che lasciano sulle spiagge e nei parchi è sotto gli occhi di tutti, da sempre. pisa è sul podio dell'inciviltà. le spallette dell' arno la mattina sono un'immondezzaio. se si è costretti a vietare l'uso di qualcosa per l'impossibilità di impedire di disfarsene ovunque ai trogloditi degli italiani, c'è poco da esultare..

  • Ottimo, speriamo sia un esempio contagioso.

  • Gran bella iniziativa

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Nuova Arena: mobilità e parcheggi a Porta a Lucca al centro dell'assemblea pubblica

  • Economia

    'Terre di Pisa': 26 Comuni uniti per lanciare il territorio

  • Cronaca

    Pontedera: la videosorveglianza si espande 'Fuori del Ponte'

  • Cronaca

    RadioEco ancora in onda: rinnovata la convenzione con l'Università

I più letti della settimana

  • I pesciolini d'argento (che non vivono nell'acqua): cosa sono e come proteggere la casa

  • Ateneo in lutto: è morto il professor Pietro Armienti

  • 'Pisa Air Show': tutto quello che c'è da sapere per vedere lo spettacolo

  • Pisa Air Show: il programma dello spettacolo sul litorale pisano

  • Trovato morto a Londra in un cassonetto giovane 23enne di Montopoli

  • Canapisa, tutto pronto: quartiere stazione blindato

Torna su
PisaToday è in caricamento