Raccolta differenziata a Pisa: si sale al 58%

Il dato è del gennaio 2017, superiore di 15 punti percentuali rispetto il 2016. Filippeschi: "E' una conferma della bontà del sistema ideato"

Migliora la raccolta differenziata nel Comune di Pisa. I dati Geofor di gennaio 2017 mostrano un +15% rispetto l'anno passato, segno per il sindaco Marco Filippeschi che il sistema dei cassonetti automatizzati in centro e del porta a porta nei quartieri comincia ad ingranare.

"Il dato del 58,4% è davvero positivo - commenta il primo cittadino - pur non essendo completamente a regime, il balzo di oltre il 10% sul dato del 2016 è la conferma della bontà della scelta. I cittadini hanno ben compreso e stanno collaborando attivamente. Restano alcune criticità sparse sulle quali Comune e Geofor stanno lavorando, ma complessivamente è più che positivo questo cambiamento radicale nella raccolta e quindi nelle abitudini dei cittadini".

I dati ufficiali certificati dalla Regione Toscana per l'anno 2015 vedono la differenziata di Pisa al 43.15%, mentre per il sito Geofor per il 2016 porta una quota del 47.50%.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • La bontà del sistema sarebbe quella che ha trasformato in lunghe file di sacchi di immondizia accatastatyi alcuni quartieri residenziali come Barbaricina, S. Rossore, La Vettola, San Piero dove si raccoglie il pomeriggio, la spazzatura viene messa fuori la mattina, a volte il giorno prima per togliersi il pensiero, e sistematicamente senza mastelli così si fa prima

  • ai sacchini abbandonati lungo le strade invece chi ci pensa??

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Persona investita da un treno in zona Pontedera: traffico ferroviario sospeso

  • Cronaca

    Regata delle Antiche Repubbliche Marinare per il Capodanno: vince Pisa

  • Cronaca

    Automobilismo: all'ombra della Torre ecco la Dallara P217

  • Cronaca

    Apertura straordinaria delle Mura: oltre 14mila persone a passeggio

I più letti della settimana

      Torna su
      PisaToday è in caricamento