Successo per l'iniziativa 'Muoversi in città senza auto'

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Si è tenuta, con buona partecipazione di pubblico, nell’Aula Magna del Polo Carmignani l'incontro dibattito 'Muoveri in città senza auto in modo piacevole, salutare, efficiente', organizzato da FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) di Pisa, l’Associazione La città ecologica e Legambiente Pisa.

L’incontro è stato condotto da Marco Salardi. Ci sono state tre relazioni. Roberta Timpani, vicepresidente di Legambiente Pisa, ha illustrato come incentivare la mobilità pedonale, con una forte inversione di tendenza che innanzitutto alzi il livello della manutenzione ordinaria. E anche indispensabile ripensare gli spazi urbani, mettendo al centro della progettazione chi cammina, con le sue percezioni ed i suoi livelli di autonomia di spostamento. Un primo passo potrebbe essere la pedonalizzazione del Ponte di mezzo. Carlo Carminati, presidente della FIAB di Pisa, ha illustrato la proposta di una "Bicipolitana", cioè una rete completa di percorsi ciclabili che, senza soluzione di continuità, colleghino tutti i quartieri periferici con il centro e tra loro. Su questo impianto dovranno poi innestarsi le ciclovie di interesse regionale (ciclopista Arno) o nazionale (ciclopista Tirrenica). A questo scopo il biciplan adottato nel 2014 va integrato ed inserito in un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) di area vasta da concordare coi comuni limitrofi.

Terenzio Longobardi, dell’Associazione La città ecologica, ha illustrato i vantaggi economici, energetici e ambientali di un progetto integrato di Tram-Treno di area vasta che colleghi il centro urbano di Pisa con le periferie, il litorale, e le aree limitrofe (Pontedera, Livorno, Lucca, la Versilia). Questo progetto consentirebbe di aumentare enormemente la produttività del trasporto pubblico, trasferendo quote rilevanti della domanda di trasporto dalla gomma al ferro, superando la crisi inarrestabile del trasporto pubblico su gomma che mina il futuro stesso del servizio. Ha esortato il futuro Sindaco di Pisa ad assumere in tal senso un'iniziativa politica di coordinamento nei confronti di tutti gli altri amministratori di area vasta. Al termine di ciascuna relazione lo scrittore Marco Malvaldi ha svolto in maniera acuta e stimolante considerazioni sugli argomenti trattati, spesso partendo anche dalle sue esperienze a Pisa o in altre città italiane o europee. Pierluigi D’Amico ha svolto, a nome delle tre Associazioni, un’analisi sintetica dei Programmi in tema di mobilità presentati in comune dai dieci candidati a Sindaco, mettendo in evidenza sia le proposte che vanno nella direzione di una mobilità sostenibile sia quelle che incentivano ulteriormente l’uso dell’auto.

All’incontro erano presenti sei dei dieci candidati a Sindaco: Conti, Ghezzani, Latrofa, Marianelli, Serfogli, Zippel. Amore ed Auletta erano rappresentati rispettivamente da Tolaini e Ricci. Sono intervenuti del dibattito Serfogli, Marianelli, Tolaini, Ricci, Zippel e Ghezzani. Al termine dell’Incontro gli organizzatori hanno annunciato che nei prossimi giorni pubblicheranno un esame analitico dei programmi dei candidati a Sindaco e richiesto ai candidati l’invio di aggiornamenti di tali programmi, anche alle luce delle proposte presentate nell’incontro.

I più letti
Torna su
PisaToday è in caricamento