Capodanno pisano: da oltre un millennio Pisa entra nel nuovo anno prima del resto dell'Italia

Risale almeno al 10° secolo la scelta di celebrare il nuovo anno in concomitanza con l'incarnazione di Gesù nel ventre di Maria. Da qui ha origine il calendario in 'stile pisano'

2. La scelta del 25 marzo

Pisa, assorbito con relativo successo il disagio della caduta del potere di Roma, si dedicò al rafforzamento dei propri canali commerciali, riuscendo a rendere la città una discreta potenza regionale. Intorno al 10° secolo la futura Repubblica stabilì di far coincidere l'inizio del nuovo anno con il momento tramandato dalla tradizione cristiana dell'Annunciazione a Maria Vergine dell'incarnazione di Gesù nel suo corpo. Perciò, esattamente nove mesi prima della festività del Natale, Pisa cominciò a celebrare l'ingresso nel nuovo anno.

Il calendario 'ab incarnatione' aveva il vantaggio di restituire il significato originario ai nomi di alcuni mesi: settembre (settimo mese), ottobre (ottavo), novembre (nono) e dicembre (decimo), che portano nel nome il riferimento alla numerazione romana, appunto, a partire dal primo marzo.

Il primo documento datato in 'stile pisano' risale al 25 maggio del 985. Seguendo l'esempio pisano, favorite anche dalla vicinanza con l'equinozio astrologico della primavera, diverse città e nazioni scelsero di adottare il calendario detto 'ab incarnatione'. Così Siena, Firenze, la stessa Roma e anche il Regno d'Inghilterra iniziarono a celebrare il capodanno il giorno 25 marzo. Il loro conteggio partì però almeno con un anno di ritardo rispetto a Pisa, che può così tutt'ora fregiarsi del virtuale titolo di prima città ad entrare nel nuovo anno.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ordinanze antidegrado, Ziello contro studenti e Amici della Strada: "Idropulitrici are coming"

  • Cronaca

    Piazza Sant'Omobono, derubato sul posto di lavoro: scatta la catena della solidarietà

  • Cronaca

    Lavoro e proteste: lungo sciopero dei benzinai

  • Cronaca

    Normale al Sud, pace fatta con la Scuola Sant'Anna: "Nessun attrito"

I più letti della settimana

  • Tragedia a Navacchio: impiegato si impicca in banca

  • Fuochi d'artificio all'una di notte: cittadini svegliati (e arrabbiati)

  • I 4 eventi gratis di dicembre a Pisa da non perdere!

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi per l'Immacolata

  • Camionista accoltellato lungo la Fi-Pi-Li durante una lite

  • Fuochi d’artificio per la Festa della Chimica: i provvedimenti per la viabilità

Torna su
PisaToday è in caricamento