Centro antiviolenza: ecco cos'è

Il Centro vuole essere un punto di riferimento facilmente individuabile rivolto a donne che subiscono o hanno subito maltrattamenti, violenza e abusi

Il Centro Antiviolenza è costituito dal Centro ascolto e accoglienza "Telefono Donna" e dalla Casa Rifugio per donne maltrattate.

Il Centro vuole essere un punto di riferimento facilmente individuabile rivolto a donne che subiscono o hanno subito maltrattamenti, violenza e abusi per ottenere sicurezza, informazioni utili e sostegno concreto.
Il Telefono Donna è attivo dal 1993 ed è il servizio di primo contatto a cui si accede tramite la linea telefonica 050 561628 a cui rispondono operatrici volontarie, con specifica formazione sulla metodologia dell’accoglienza.

L’ azione del Centro si articola in varie fasi, che iniziano con la comprensione o chiarificazione della richiesta da parte di chi chiama, e si sviluppano con colloqui di accoglienza per affrontare il problema, con consulenze e supporti psicologici, con colloqui d’informazione legale, per sostenere la donna nel percorso di uscita dalla violenza e nel suo nuovo progetto di vita.

Il Centro gestisce la Casa rifugio per donne maltrattate, nella quale vengono ospitate donne sole o con i/le figli/, che vivono situazioni di violenza fisica e/o psicologica, e/o sessuale, e/o economica o che ne sono minacciate, per cui è necessario l’allontanamento dal proprio domicilio.
Dal giugno 2005 il Centro antiviolenza è dotato di un sistema di qualità certificato ISO9000/2001.

Consulenze

La consulenza psicologica prevede colloqui, la cui durata viene stabilita a seconda del caso, per le donne che intraprendono un percorso di uscita dalla violenza.
Il servizio legale si esplica in colloqui informativi sui diritti e sulle norme della legislazione civile, penale e internazionale.
Tutti i servizi sono gratuiti e i dati anonimi e riservati.

Dal 2002 i servizi fanno parte del Progetto “Diventare Cittadine” in convenzione con l’ASL 5 – Società della Salute Zona pisana e dal 2007 anche con l’Unione Valdera.

Dal 2004 Il Centroantiviolenza collabora attivamente al Tavolo delle Istituzioni e delle Associazioni contro la violenza alle donne e al Programma Nondasola; fa parte del Gruppo di Coordinamento, gestisce la formazione e partecipa alla progettazione e all’attuazione delle azioni di Rilevazione, Sensibilizzazione, Percorsi assistenziali e di cittadinanza.
Il numero di Telefono pubblicizzato nelle campagne di sensibilizzazione è quello del Telefono Donna.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

Torna su
PisaToday è in caricamento