Pensione anticipata con Quota 100 e opzione Donna: la comunicazione dell'Inps

Quota 100, si parte: l'Istituto nazionale di previdenza spiega le modalità operative di presentazione delle domande di pensione utilizzando lo scivolo di quota 100 o opzione donna

Dopo la pubblicazione del decreto legge 28 gennaio 2019 n. 4, che disciplina l’accesso alla pensione anticipata con il trattamento della cosiddetta 'Quota 100' e allo scivolo pensionistico per le lavoratrici secondo la cosiddetta 'Opzione donna' è l'Inps a pubblicare le modalità operative di presentazione delle relative domande di pensione.

La guida alla pensione anticipata stilata dall'Istituto nazionale di previdenza spiega come richiedere l'accesso a quota 100. 

Quota 100, dove presentare la domanda di pensionamento

La domanda di pensione può essere presentata tramite gli sportelli Inps, ma anche tramite i patronati e gli altri soggetti abilitati alla intermediazione delle istanze di servizio all’INPS ovvero, in alternativa, può essere presentata utilizzando i servizi del Contact center.

Quota 100, come presentare la domanda di pensionamento

Il cittadino in possesso delle credenziali di accesso Inps (PIN rilasciato dall’Istituto, SPID o Carta nazionale dei servizi) può compilare e inviare la domanda telematica di accesso alla pensione disponibile fra i servizi on line, sul sito Inps.it, nella sezione “Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, APE Sociale e Beneficio precoci”.

Una volta effettuato l’accesso e scelta l’opzione 'NUOVA DOMANDA' nel menù di sinistra, occorre selezionare in sequenza:

per la pensione con quota 100: 'Pensione di anzianità/vecchiaia' > 'Pensione di anzianità/anticipata' > 'Requisito quota 100';

per la pensione anticipata con opzione donna: 'Pensione di anzianità/vecchiaia' > 'Pensione di anzianità/anticipata' > 'Contributivo sperimentale lavoratrici'.

per la pensione anticipata ordinaria: 'Pensione di anzianità/vecchiaia' > 'Pensione di anzianità/anticipata' > 'Ordinaria';

Devono infine essere selezionati, in tutti e tre i casi, il Fondo e la Gestione di liquidazione.

Inps, come accedere ai servizi online

Per accedere ai servizi online dell'INPS è necessario essere in possesso del PIN rilasciato dall'Istituto nazionale di previdenza sociale o di una Carta Nazionale dei Servizi o di una identità SPID almeno di livello 2.

Come richiedere il PIN INPS

  • presso le sedi INPS (in tal caso, il PIN sarà dispositivo); 
  • online, attraverso la procedura di richiesta PIN;
  • tramite Contact center, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile (a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico). 

Le sedi INPS rilasciano immediatamente il PIN dispositivo: l'utente compila e consegna allo sportello il modulo di richiesta, presentando un documento di identità valido.

Il cittadino può accedere ai servizi online anche con SPID (Clicca qui per richiederlo) o attraverso la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Quota 100, i tempi e le 'riduzioni' dell'assegno

Per capire come andare in pensione con quota 100 ecco dunque un semplice calendario per accedere al pensionamento con quota 100:

  • Lavoratori privati: dal 1° aprile 2019 per chi ha maturato i requisiti entro il 31 dicembre 2018 e poi ogni 3 mesi dal raggiungimento dei requisiti; dopo tre mesi: per chi ha maturato i requisiti a partire dal 1° gennaio 2019. 
  • Lavoratori pubblici: dal 1° agosto 2019 per chi ha maturato i requisiti all'entrata in vigore del decreto e poi ogni 6 mesi dal raggiungimento dei requisiti; dopo sei mesi: chi ha maturato i requisiti a partire dal 1° febbraio 2019. 
  • Lavoratori scuola e Afam: dal 1 settembre in linea con l'inizio dell'anno scolastico.

Quando è possibile andare in pensione con quota 100

Usufruendo dello scivolo pensionistico di 'quota 100' è possibile andare in pensione in anticipo con 42 anni e 10 mesi di contributi, se uomini, e con 41 anni e 10 mesi di contributi, se donne; una volta maturati i requisiti, i lavoratori e le lavoratrici percepiscono la pensione dopo tre mesi;

le donne lavoratrici a 58 anni se dipendenti e 59 se autonome con almeno 35 anni di contributi al 31 dicembre 2018 possono optare per il pensionamento con opzione Donna (che riconosce il trattamento pensionistico alle lavoratrici dipendenti nate entro il 31 dicembre 1960, e delle lavoratrici autonome nate entro il 31 dicembre 1959 le quali abbiano maturato un'anzianità contributiva pari o superiore a trentacinque anni al 31 dicembre 2018. Al trattamento pensionistico anticipato si applicheranno le regole di calcolo del sistema contributivo);

ai lavoratori precoci non si applicano gli adeguamenti alla speranza di vita e potranno quindi andare in pensione con 41 anni di contributi.

Pensione donne con 58 anni e 35 di contributi

Confermata anche l'opzione donna che riconosce il trattamento pensionistico alle lavoratrici dipendenti nate entro il 31 dicembre 1960 e delle lavoratrici autonome nate entro il 31 dicembre 1959 le quali abbiano maturato un'anzianità contributiva pari o superiore a trentacinque anni al 31 dicembre 2018.

Al trattamento pensionistico anticipato si applicheranno le regole di calcolo del sistema contributivo.

Quanto si riduce la pensione con quota 100

Chi lascia il lavoro con quota 100 incassa tutto quanto maturato fino a quel momento. Andare in pensione prima significa però inevitabilmente versare meno contributi rispetto a quanto sarebbe accaduto se si fosse atteso il raggiungimento dell'età per il pensionamento di vecchia. Versando di meno si incassa di meno. L'ufficio parlamentare di bilancio ha condotto delle simulazioni prima di conoscere il testo definitivo del provvedimento, ipotizzando tagli dal 5 al 34%. Secondo la simulazione de IlSole24ore decidere di smettere di lavorare a 62 anni, quindi con i due requisiti minimi di quota 100 (62 anni di età e 38 di contributi), comporta la rinuncia al 22% della pensione, a fronte di un’ultima retribuzione annuale di 30mila euro rispetto a quanto si incasserebbe accedendo al pensionamento di vecchiaia a 67 anni di età; si sale al 28% se la retribuzione è di 150mila euro.

quota 100 infografica-2

A seguito della entrata in vigore del Decreto Legge n. 4 del 28/01/2019, l'Inps ha già reso disponibile il servizio di acquisizione delle domande on-line per la pensione ''Quota 100'. 

Potrebbe interessarti: http://www.today.it/economia/pensione-anticipata-quota-100-opzione-donna.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

Potrebbe interessarti

  • Sos pancia gonfia: le cause e i rimedi naturali più efficaci

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Calli e duroni che dolore! I consigli per gli inestetismi dei piedi

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Trovato cadavere in un'auto con un coltello nel petto

  • Cadavere nel parcheggio ad Ospedaletto: disposta l'autopsia

  • All'ospedale Cisanello il metabolismo si studia in una stanza

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

Torna su
PisaToday è in caricamento