Ricette di Natale: dai prodotti locali a piatti salati che uniscono tradizione e innovazione

Daniela Petraglia, titolare del ristorante 'La Pergoletta', ci dà qualche prezioso consiglio su alcuni piatti da proporre sulle nostre tavole durante le festività natalizie

Daniela Petraglia proprietaria del ristorante La Pergoletta a Pisa

Chi l'ha detto che a Pisa e nel territorio della sua vasta provincia non si possono trovare piatti tipici delle festività natalizie? "Troppo spesso si associa il Natale ai tortellini bolognesi, o allo zampone emiliano", ci spiega Daniela Petraglia, titolare del ristorante 'La Pergoletta', storico locale situato in via delle Belle Torri, a due passi da piazza Garibaldi. Daniela ci ha illustrato un menù da poter riproporre con facilità sulle nostre tavole durante le festività natalizie e per Capodanno, abbinando ad alcuni prodotti locali celebri in tutto il paese la tradizione e l'innovazione dei piatti tipici pisani. "Con un tocco di originalità e di stagionalità, anche il piatto più impensabile può diventare perfetto per il Natale".

1. Stracciatella con tartufo di San Miniato

Il tartufo di San Miniato è una prelibatezza gastronomica che tutta Italia invidia al territorio pisano. Perché allora non utilizzarla sotto le feste, per dare un tocco prezioso per esempio al classico brodo di gallina? L'occorrente per preparare questo piatto (per quattro persone) è: 

  • 2 uova intere
  • 2 rossi d'uovo
  • tartufo bianco di San Miniato in scaglie
  • gallina da brodo
  • odori da brodo
  • parmigiano grattugiato

Una volta preparato il brodo di gallina, si lascia raffreddare e riposare in frigo per circa 24 ore. In questo modo il grasso potrà rapprendersi in superficie e sarà più semplice eliminarlo. Una volta effettuata questa operazione, a parte si devono sbattere le due uova intere con i rossi insieme ad una generosa aggiunta di parmigiano grattugiato. Si riscalda il brodo e, una volta che ha raggiunto la temperatura di ebollizione, vi si versano dentro le uova sbattute: con l'aiuto di una frusta si deve mescolare il tutto in modo energico in modo da stracciare le uova. Il piatto è quasi pronto: una volta servito, si deve grattugiare sopra al brodo qualche scaglia di tartufo bianco di San Miniato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Principio di incendio al Centro dei Borghi: evacuato

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 21 e 22 settembre

  • Temporali in arrivo: allerta meteo arancione su tutta la Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento