Allarme siccità: dieci consigli per evitare sprechi d'acqua

La situazione, come illustra attraverso un'immagine Acque spa, è critica: tutti possono contribuire affinchè non venga sprecata neppure una goccia. Basta seguire alcuni semplici passi e il gioco è fatto

Il monitor che mostra la situazione della sorgente di Vorno

La siccità quest'anno preoccupa davvero. E' piovuto pochissimo e la bella stagione sembra essere arrivata con un pò d'anticipo a far venire la voglia di mare a tutti. Ma la situazione dei bacini idrici è difficile. A mostrare l'andamento è lo stesso gestore Acque spa che in una foto fa capire la differenza rispetto allo scorso anno.549216_10150644461503248_95454363247_9292464_329063698_n-3

"Fare allarmismo non serve; conoscere, invece, sì. Il monitor, e il dito, sono quelli di Alessandro, uno dei responsabili di zona del nostro servizio acquedotto - affermano da Acque spa - per spiegarci la crisi idrica ci fa vedere un grafico della portata di una sorgente (quella di Vorno, a Capannori). La linea rossa è la portata attuale; quella blu quella di un anno fa: una differenza di 4 volte. Cercheremo di fare il massimo perchè non vada sprecata nemmeno una goccia ma tutti possono dare una mano".

Ecco dunque il decalogo per risparmiare acqua e non peggiorare una situazione già critica:

1) Chiudi il rubinetto mentre ti lavi i denti o ti fai lo shampoo
Il rubinetto del bagno ha una portata di oltre 10 litri al minuto. Lasciarlo aperto mentre ci si lava i denti, si sciacqua il rasoio, si fa lo shampoo significa gettare via più di 30 litri di acqua potabile.

2) Controlla le perdite
Una goccia che cade ogni 10 secondi sono 250 litri di acqua in un anno. Controllare se i rubinetti o la cassetta del water hanno una perdita è semplice. Durante la notte o di giorno, quando sei al lavoro, metti sotto il rubinetto un piccolo contenitore. Dopo qualche ora potrai rilevare anche una minima perdita.

3) Regola lo scarico del water
Oltre il 30% dell'acqua che consumi in casa esce dallo scarico del tuo wc: ogni volta 10-12 litri. Installare una cassetta di scarico dotata di doppio tasto, o di regolatore di flusso, che eroga quantità di acqua diverse secondo il bisogno, permette di risparmiare decine di migliaia di litri in un anno.

4) Usa lavatrice e lavastoviglie a pieno carico
Questi elettrodomestici consumano tanta acqua ad ogni lavaggio (80-120 litri), indipendentemente dal carico di panni e stoviglie. Usarli solo quando è necessario e sempre a pieno carico, consente un risparmio notevole di acqua e di energia.

5) Monta un frangigetto
E’ un dispositivo che diminuisce la quantità di acqua in uscita dal rubinetto senza diminuire la resa lavante o il comfort. Costano pochi euro, possono essere acquistati in ferramenta e si montano in pochi minuti sui rubinetti del bagno e della cucina.

6) Per lavare i piatti o le verdure usa un contenitore
Se devi lavare le verdure riempi una bacinella lasciandole in ammollo: fai lo stesso per i piatti (per l’acqua calda puoi usare anche quella della cottura della pasta). L'acqua corrente usala solo per il risciacquo.

7) Usa la doccia anziché il bagno
Fare un bagno richiede oltre 150 litri di acqua: fare la doccia invece richiede tra i 40 e i 50 litri, se ti ricordi di chiudere l’acqua mentre ti insaponi.
Se hai installato anche un riduttore di flusso nella tua doccia, il risparmio sarà ancora più consistente.

8) Controlla il tuo contatore a rubinetti chiusi
Un foro di un millimetro in un tubo può far perdere oltre 2.300 litri d'acqua potabile al giorno, ma potrebbe causare danni peggiori alle strutture della tua abitazione danneggiando muri, solai e rivestimenti. La sera chiudi bene tutti i rubinetti, leggi il contatore e la mattina verifica se ci sono variazioni.
Ricorda, inoltre che il regolamento del servizio idrico non consente l'utilizzo dell'acqua potabile per il lavaggio dell'auto e l'innaffiamento del giardino o dell'orto. Ma se hai un pozzo privato...

9) Non lavare troppo spesso l'auto e usa il secchio
Se riduci i lavaggi e usi il secchio invece dell'acqua corrente risparmi 100 litri d’acqua.
Bagna la carrozzeria, insapona l'auto e risciacquala. Un ottimo risultato con poca acqua.

10) Innaffia il giardino con intelligenza
Utilizza acqua “usata” o piovana e sistemi a “goccia”. Fallo quando il sole è calato: l'acqua evapora più lentamente e ha il tempo di essere assorbita dalla terra.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento