Maltempo dietro l'angolo, giovedì sarà la giornata peggiore: le previsioni meteo

La finestra quasi estiva si sta per chiudere sul fronte meteo. Le previsioni per i prossimi giorni: pioggia su molte regioni e torna tanta neve in montagna

Pochi dubbi ormai, la finestra quasi estiva si sta per chiudere sul fronte meteo. Almeno per qualche giorno. Il peggioramento delle condizioni meteo è atteso soprattutto fra mercoledì 3 e giovedì 4 aprile. Da oggi il vortice perturbato in discesa dal Polo comincerà a richiamare tese correnti di Scirocco e Libeccio con generale aumento delle nubi su tutto il Paese e con primi piovaschi sul Nord Ovest e sulla Sicilia. In serata, attese nevicate in alta quota sui monti della Valle d'Aosta.

Previsioni meteo 3-4 aprile 2019: temporali e grandinate

Sarà soprattutto fra mercoledì 3 e giovedì 4 aprile che secondo ilmeteo.it il tempo subirà un pesante peggioramento. Mercoledì piogge, rovesci temporaleschi ed isolate grandinate potranno interessare tutte le aree settentrionali, la Toscana, le Marche, fino all'Umbria e le aree settentrionali del Lazio. Nevicate copiose sull'arco alpino centrale ed occidentale. La giornata "peggiore" sarà con ogni probabilità giovedì: la bassa pressione condizionerà negativamente il meteo su tutto il Paese. Forti piogge, temporali con locali grandinate possibili su tutte le regioni del Nord e soprattutto su tutta la fascia tirrenica specie la Toscana, la Sardegna e il Lazio con possibili nubifragi in Liguria, a Firenze e fino a Roma. Tempo in peggioramento anche al Sud, specie in Campania.

Conferme anche da 3bmeteo.com: mercoledì piogge e rovesci tenderanno a intensificarsi su Alpi, Prealpi, pedemontane, Liguria ed entro fine giornata su tutto il Nordovest. Neve sulle Alpi oltre 1500-1800m, in calo serale. Qualche locale pioggia anche su restante Valpadana ma in genere debole e intermittente. Locali piogge o rovesci anche a sfondo temporalesco sono inoltre attesi su Sardegna, Toscana, Lazio, Umbria e Campania; ancora in attesa il resto d'Italia con nubi irregolari ma fenomeni scarsi o assenti. Giovedì apice del maltempo al Nord con piogge e rovesci diffusi e abbondanti in particolare su Levante Ligure, Lombardia, Nordest e in generale lungo le Alpi. Sul Nordovest rovesci al primo mattino seguiti da schiarite, ma con nuovi locali acquazzoni o temporali post frontali nel pomeriggio. Netto peggioramento anche al Centrosud con rovesci e temporali localmente intensi e accompagnati da grandine; particolarmente colpite le regioni tirreniche dalla Toscana alla Calabria, fino alla Sicilia. 

meteo-italia-gioved-fase-clou-del-maltempo-3bmeteo-90002-2

Tante neve in montagna: previsioni 3-4 aprile

Dal sito iLMeteo.it fanno sapere che le prime nevicate d'aprile si attiveranno già da oggi pomeriggio, coinvolgendo essenzialmente i settori alpini della Valle d'Aosta, della Lombardia e in serata il Trentino Alto Adige. Le precipitazioni cominceranno gradualmente ad intensificarsi nel corso della notte e nella giornata di domani coinvolgendo tutto l'arco alpino piemontese, ancora la Valle d'Aosta e il resto delle Alpi. Nevicate copiose cadranno sopra i 1400-1500 metri e a quote più alte sui settori delle Prealpi colpiti più direttamente dai miti venti di scirocco che accompagnano il forte peggioramento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovedì la neve continuerà a cadere copiosa, molto abbondante soprattutto sul Piemonte settentrionale, tutto il settore alpino centrale e in seguito su tutta l'area delle Dolomiti dove sono attese forti bufere fra la sera e la notte successiva. La neve cadrà anche sull’Appennino centrale, sopra i 1200 metri in Toscana e dai 1400/1500 metri tra Umbria, Lazio e Abruzzo. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it comunica che gli accumuli totali saranno davvero notevoli. Si stima infatti che, da domani e fino alla notte fra giovedì e venerdì, potrà cadere oltre il metro di neve fresca in particolare sul comparto alpino della Lombardia, del Trentino Alto Adige e del Triveneto. Le nevicate termineranno nel corso della giornata di venerdì seppur insistendo temporaneamente in mattinata sulle Dolomiti più orientali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

Torna su
PisaToday è in caricamento