Meteo, ultima fiammata estiva: con il Ponte di Halloween arriva l'inverno

Sarà un weekend dominato dal caldo anomalo. Verso la fine di ottobre, un'imponente irruzione fredda in discesa dalla Scandinavia sarebbe pronta ad investire l'Italia

Weekend all'insegna del bel tempo e di un clima piuttosto mite. Ma attenzione, quello del fine settimana in arrivo con tutta probabilità sarà l'ultima fiammata estiva. Per la fine di ottobre le previsioni virano verso l'inverno.

Meteo, previsioni sabato 20 e domenica 21 ottobre

La giornata di sabato 20 - secondo gli esperti del sito iLMeteo.it - sarà caratterizzata dal sole, il cielo infatti si presenterà sereno o al massimo poco nuvoloso, da Nord a Sud. Da segnalare solamente qualche foschia mattutina sulla Pianura Padana, ma in rapido dissolvimento.

Ma la sorpresa più eclatante riguarda la giornata di domenica 21: l'ingresso delle correnti fredde di Bora dai Balcani, secondo le ultime elaborazioni dei Centri di Calcolo, sembrerebbe avvenire più a Sud, soprattutto sul medio/basso Adriatico. Esse determineranno sì un calo termico, ma non così incisivo come si pensava in un primo momento su tutto il nostro Paese. Ecco dunque che un po' tutta la giornata festiva potrebbe essere caratterizzata dal bel tempo prevalente, salvo per qualche isolato fenomeno che non sarà da escludere sul Gargano, tra reggino e messinese e sul siracusano.

Per quanto riguarda le temperature sarà, come detto, un weekend sostanzialmente dominato da un caldo anomalo. I valori termici sono previsti in aumento un po' su tutto lo Stivale, con la colonnina di mercurio che potrà anche arrivare a sfiorare i 29/30°C, soprattutto sulle regioni centrali tirreniche. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ondata di freddo a fine ottobre

Alcuni modelli meteo (ECMWF) segnalano invece - rivela iLMeteo.it - verso la fine di ottobre, un'imponente irruzione fredda in discesa dalla Scandinavia che sarebbe pronta ad investire anche il nostro Paese. Gli effetti si farebbero sentire dapprima sulle regioni del Nord, già dalla giornata di domenica 28 ottobre con un drastico calo delle temperature e con prime precipitazioni. Date le temperature molto fredde, la neve potrebbe fare la sua comparsa sull'arco alpino, con i fiocchi che potrebbero spingersi ben sotto i 1000 metri di quota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

  • Coronavirus: 175 nuovi casi in Toscana, il numero dei guariti supera i deceduti

Torna su
PisaToday è in caricamento