Gli pneumatici sono diventati intelligenti: 'parlano' con l'auto

Pirelli ha presentato e testato Cyber Tyre, lo pneumatico cibernetico che comunica con i veicoli grazie alla rete 5G

Uno pneumatico 'intelligente', dotato di sensori, in grado non solo di comunicare con la nostra auto (centralina, computer di bordo, infotainment) ma anche con gli altri veicoli in movimento, per segnalare eventuali problemi sul manto stradale, che sia l'aquaplaning oppure una buca. Incredibile, ma vero: si chiama Cyber Tyre, una sorta di 'pneumatico cibernetico' a cui Pirelli sta lavorando da tempo, presentato ufficialmente a Torino in occasione dell'evento 'The 5G Path of Vehicle-to-Everything Communication' organizzato dalla 5GAA – Automotive Association.

Grazie alla collaborazione tra Pirelli, Ericsson, Audi, Tim, Italdesign e Kth, sulla pista prove sul tetto del Lingotto è stato dimostrato come un veicolo dotato di pneumatici sensorizzati Pirelli Cyber Tyre e connesso alla rete 5G, sia stato in grado di trasmettere il rischio di acquaplano rilevato dai pneumatici a un altro veicolo in arrivo, attraverso l'utilizzo della banda ultralarga e la bassa latenza del 5G.

Come funziona il Cyber Tyre

Ecco come funziona il cyber-pneumatico: il veicolo 1, connesso tramite 5G, comunica all'infrastruttura le informazioni relative al potenziale rischio di acquaplano proveniente da Cyber Tyre. L'infrastruttura 5G, a banda ultralarga e a bassissima latenza, comunica ai veicoli in avvicinamento il rischio di acquaplano in prossimità del veicolo 1. Infine il veicolo 2, che quando si sta avvicinando riceve (tramite l'infrastruttura) un segnale di allerta relativo alle condizioni non ottimali del manto stradale in prossimità della posizione del veicolo 1. “I pneumatici intelligenti Cyber Tyre – fa sapere Pirelli in una nota – comunicano le condizioni potenzialmente pericolose del manto stradale al veicolo e all'infrastruttura, integrandosi all'interno di una comunicazione V2X”.

Il futuro è adesso: idee per il domani

Lo pneumatico è l’unico elemento di contatto tra il veicolo e la strada e, grazie alla tecnologia che Pirelli sta perfezionando, comunica con il veicolo, con il guidatore e, domani, grazie alla potenzialità del 5G, con l’intera infrastruttura stradale. L’impiego dello pneumatico Pirelli Cyber Tyre, dotato al suo interno di un sensore, in un prossimo futuro fornirà all’autovettura dati relativi al modello di copertura, chilometraggio, carico dinamico e, per la prima volta, situazioni potenzialmente pericolose del manto stradale, dalla presenza di acqua alla scarsa aderenza. 

Sulla base di queste informazioni l’auto sarà in grado di adeguare i propri sistemi di controllo e assistenza alla guida migliorando notevolmente i livelli di sicurezza, comfort e performance potrà, inoltre, fornire le stesse indicazioni ad altri veicoli e all’infrastruttura. Grazie alle potenzialità del 5G, Pirelli inserisce lo pneumatico all’interno di un paradigma di comunicazione più ampio, che coinvolge l’intero ecosistema del trasporto su strada, contribuendo attivamente allo sviluppo di soluzioni e servizi per la futura mobilità e per i sistemi di guida autonoma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento