Provincia, conto consuntivo 2010: tagli sul personale

Razionalizzazione della spesa e investimenti totali per oltre 16 milioni di euro, in particolare sui fronti difesa del suolo (9.3 mln), edilizia scolastica (3.7 mln) e viabilità (3.1 mln): questi i punti cardine del governo della provincia di Pisa

Il consiglio provinciale di Pisa ha approvato, con il voto favorevole dei gruppi di maggioranza (Pd, Idv, Sel) e quello contrario delle opposizioni (Pdl, Lega Nord, Fli, Udc, Rc-Pdci), il conto consuntivo per l’esercizio 2010, atto tra quelli di rilievo basilare nell’ambito delle attività gestionali dell’ente.

Durante la discussione in aula il presidente della Provincia Andrea Pieroni ha illustrato gli elementi fondamentali del provvedimento, a partire da quelli che caratterizzano la fase complessiva in cui s’inquadra. “Con la Finanziaria e la successiva manovra estiva il governo nazionale ha operato tagli pesanti a carico degli enti locali. Inoltre la crisi ha determinato la riduzione non solo dei trasferimenti dalla Regione, ma anche dei principali gettiti tributari percepiti dall’amministrazione, compensata in parte da alcune voce in aumento, quali Rc auto, addizionale Enel, canoni sul demanio idrico”.
A questo insieme di difficoltà, la Provincia ha risposto intensificando il rigore sul piano della spesa: di funzionamento (per il personale, ad esempio); di rimborso interessi passivi (rinegoziando, estinguendo o riducendo mutui); di investimento (ottimizzando l’uso di residui da quelli già in atto).
 
Anche grazie a tale presupposto ha consentito di mantenere slancio sul terreno dell’iniziativa: in chiave generale e in particolare rispetto ad alcuni settori-chiave, quali l’edilizia scolastica, che ha visto, per un valore totale di 3.738.000 euro, numerosi interventi. Tra essi l’esecuzione di diversi adeguamenti normativi, riguardanti nello specifico: liceo Buonarroti, Itgc Santoni, Iti Da Vinci di Pisa; liceo XXV Aprile di Pontedera; istituto Pesenti di Cascina; Itcg Fermi di Pontedera. Inoltre l’affidamento di vari lavori di completamento: nuovo Ipsia di Pontedera; Complesso Marchesi a Pisa (palestre-piscina) e Isa Russoli (coperture) a Pisa; e sempre a Pisa la videosorveglianza delle scuole superiori.
 
Altro impegno di portata prioritaria (pari a 9.331.000 euro), quello per la difesa del suolo, con progetti di respiro strategico. Tra esse, le opere di difesa dall’erosione (e di manutenzione annuale) del litorale; quelle di ripristino (alveo e sponde) e di prevenzione anti-alluvioni sul Serchio (dopo l’esondazione del dicembre 2009 a Nodica); quelle, sempre per la sicurezza idraulica, sui bacini dei fiumi Era e Cecina, con i loro affluenti.
 
Terzo cardine delle politiche della Provincia, la viabilità. Qui il 2010 è stato caratterizzato dai fitti interventi straordinari (per un importo di 3.144.000 euro) resi necessari sulle strade danneggiate dall’intenso maltempo, in particolare in Valdicecina e nell’area Valdera-Colline Pisane. Oltre a ciò, cospicua è stata l’attività anche sotto il profilo degli investimenti, con operazioni quali il completamento del progetto esecutivo di adeguamento dell’incrocio tra la Sp 2 (Vicarese), la Sp 25 (Vicopisano-Santa Maria a Monte) e la Sp 1(della Botte); la prosecuzione della pista ciclabile sul Serchio (quasi ultimato il primo lotto), della “Bretella del Cuoio” (al 95% del proprio percorso) e della circonvallazione di Castelnuovo Valdicecina lungo la 439 Sarzanese Valdera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guardia di Finanza, nuovo bando da 66 posti: chi può partecipare

  • Occupazioni in varie scuole di Pisa e provincia

  • Bancomat fatto esplodere: furto da 36mila euro a Casciana Terme

  • Rubano una Jeep e scappano in Fi-Pi-Li, bloccati a Cascina: denunciati 3 minorenni

  • Lavori sulla rete idrica a Cascina: mancherà l'acqua

  • Prosegue la mobilitazione degli studenti, lettera ai professori: "Siamo sulla stessa barca"

Torna su
PisaToday è in caricamento