Camp Darby: verso la riassunzione dei licenziati dalla base americana

Il Governo ha accolto un Ordine del giorno dei deputati Gatti e Fontanelli con il quale è stata presentata la possibilità di riassunzione nella Pubblica Amministrazione del personale civile

Valutare la possibilità di rifinanziare la legge 98 del 1971, che prevede l'assunzione a tempo indeterminato nell'amministrazione dello Stato per il personale civile alle dipendenze degli organismi militari della Nato che perda il posto di lavoro a causa di provvedimenti di ristrutturazione. E' l'impegno che ha preso ieri il Governo, accogliendo l'Ordine del giorno presentato dai deputati del Pd Maria Grazia Gatti e Paolo Fontanelli.

Il parere positivo dell'Esecutivo ha particolare rilevanza per Pisa, dove diverse decine di dipendenti italiani della base di Camp Darby sono stati licenziati a seguito della decisione del governo americano di riorganizzare le basi Usa presenti in Italia. Decisione che ha suscitato profondo rammarico che ha portato a diversi presidi per supportare i dipendenti della base americana di Pisa. “La decisione del Governo - commentano Gatti e Fontanelli - è importante e contribuisce a tenere alta l'attenzione su una vicenda che è molto seria e che da subito ha coinvolto il territorio pisano in una forte mobilitazione. E' chiaro che, essendo a fine legislatura, questo impegno andrà rinnovato e rispettato anche da parte del prossimo Esecutivo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 9 e 10 novembre

  • Via Caruso: incendio nella facoltà d'Ingegneria

  • Forti temporali in arrivo: allerta meteo arancione

  • Corso Italia: inaugurato il nuovo negozio Dan John

  • Al Cep l'ultimo saluto alla giovane morta al rave party

  • I consigli per pulire i termosifoni e farli funzionare meglio

Torna su
PisaToday è in caricamento