Attacco al sindaco Conti: "Fa come le tre scimmiette, non vede, non sente, non parla"

'Diritti in Comune' critica il primo cittadino: "In queste prime settimane di governo non ha mai preso posizione su fatti importanti della città"

"Non vedo, non sento, non parlo". Attacco al sindaco Conti da parte della lista 'Diritti in Comune', composta da Una città in comune, Rifondazione Comunista, Possibile. Il gruppo afferma che sia "la modalità delle tre scimmiette" quella scelta dal nuovo primo cittadino per amministrare la città in queste prime settimane. "E' questa la linea di condotta assunta su quello che è diventato un vero e proprio caso nazionale - scrive la lista - cioè la nomina di Andrea Buscemi come assessore alla cultura. Più di 30mila firme, decine di associazioni che chiedono le dimissioni di Buscemi, sono state completamente ignorate. Venerdì 13 luglio depositeremo una mozione di sfiducia: chiediamo al sindaco che la inserisca all'ordine del giorno del Consiglio Comunale del 17 luglio, come previsto dal Regolamento dell'assemblea. Siamo certi che Conti non si sottrarrà a questo dovere e che martedì si possa discutere il nostro documento".

Un atteggiamento di 'sordità' che sarebbe in corso anche "rispetto alla lettera che abbiamo inviato lo scoso 29 giugno, in cui chiedevamo al primo cittadino se fosse vero che agli incontri con i vertici delle società partecipate avesse preso parte anche Edoardo Ziello. Anche su questo il silenzio è stato totale, quando sarebbe bastata una semplice smentita per chiudere la questione. Nel frattempo l'onorevole Ziello continua a fare il 'badante' agli assessori in tutte le occasioni istituzionali, in un corto circuito democratico e istituzionale intollerabile. Sembra quasi che Conti sia un prestanome invece di essere il primo cittadino".

'Diritti in Comune' incalza: "Ad oggi, inoltre, non abbiamo nessuna notizia su cosa voglia fare il sindaco su alcune importanti scadenze, quale ad esempio il Documento Unico di Programmazione, un atto fondamentale nell’amministrazione del Comune. Lo stesso atteggiamento di indifferenza, silenzio e inazione ha caratterizzato il nuovo sindaco su tre questioni di primaria importanza per la città, su cui lo abbiamo invitato a prendere parola. La prima è che il prossimo 19 luglio scadrà il bando di gara per l'appalto delle pulizie degli uffici e degli spazi comunali. Sulla base dei servizi richiesti e dell'importo a base di gara, esiste il rischio concreto che le lavoratrici possano subire un consistente taglio del numero di ore e conseguentemente degli stipendi, che già adesso sono di poche centinaia di euro al mese, per un lavoro pesante e con orari faticosi. La seconda è che il governo nazionale, in cui il partito del sindaco di Pisa ha un notevole peso, mostra di sostenere il progetto della seconda pista di Peretola, nonostante il suo pesante impatto ambientale, le forti criticità del procedimento di autorizzazione, le indirette ricadute negative sull'aeroporto di Pisa. Ad oggi non sappiamo nulla di cosa l'amministrazione voglia fare per contrastare il progetto che, nei mesi di campagna elettorale, era stato criticato attaccando l'operato del Pd". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C'è infine il "contratto integrativo dei lavoratori dell'aeroporto di Pisa coinvolti nel piano di esternalizzazioni deciso da Toscana Aeroporti, corrispondente a un pesante taglio delle buste paga. Su questo atto grave, come su molte altre questioni poste dalla società, il sindaco potrebbe svolgere un ruolo attivo facendo valere il ruolo del Comune come socio pubblico. Cosa che fin qui non ha neanche accennato di voler fare. Dal momento che il sindaco Conti fin qui ha dimostrato di non vedere, non sentire e non parlare, saremo noi a spingerlo a pronunciarsi, su queste e altre questioni rilevanti per la città, a partire dal primo Consiglio comunale del 17 luglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Lutto nella sezione Aia di Pisa: muore a 41 anni Gennaro D'Archi

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Auto fuori strada lungo l'Arnaccio: muore 25enne

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

Torna su
PisaToday è in caricamento