Cascina, MDP Liberi e Uguali: "Basta bugie, cittadini esasperati da servizi pubblici scadenti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

È in atto un incosciente e forse inconsapevole attacco ai servizi pubblici, a discapito delle fasce più deboli. La pazienza è ormai colma ed i cittadini non vedono l’ora di liberare Cascina dal giogo leghista. Mentre almeno una volta a settimana i media rimbalzano il solito autoincensamento dell’assessore Rollo, il territorio, gli operatori commerciali e le famiglie subiscono l’inefficienza dell’amministrazione comunale. Le scelte sul mercato di Casciavola, prese in barba allo strumento della concertazione, danneggiano la maggior parte degli ambulanti, ma la signora Favale dice che va bene così…a chi si può sapere? A pochi giorni di distanza dal famoso forum della famiglia il Comune di Cascina ha dimostrato la sua incoerenza: le graduatorie per la scuola dell’infanzia 2019/2020 vedono decine e decine di bambini esclusi dalla scuola “Gianburrasca”; cosa dovranno fare le famiglie di questi piccoli? Quali certezze avranno da qui a Settembre? Saranno costretti ad andare ad un asilo privato, ma nella zona di Casciavola ci sarà ancora una struttura convenzionata come il Caramello? Purtroppo non è dato saperlo visto che il Comune ha avviato proprio adesso una gara di affidamento del bene pubblico, in barba a qualsiasi minima programmazione e soprattutto in spregio alle famiglie che potrebbero trovarsi non solo senza un servizio essenziale, ma con bambini spostati come pacchi senza nessuna sensibilità ai percorsi educativi intrapresi. E poi il decoro in cui versa tutto il territorio: possibile che due euro di risparmio in bolletta possa essere la risposta che soddisfa i cittadini a fronte di una sporcizia imperante ovunque ci si volti? Non era meglio mantenere gli stessi soldi di spesa ed impiegarli per una vera pulizia del nostro paesaggio? La logica con cui la Lega gestisce la cosa pubblica purtroppo è questa: non ci interessa il bene dei cittadini, ma solo il tornaconto dei professionisti della politica! Questo non è il modo di stare con la gente per la gente…i cascinesi meritano di più e sono pronti a dimostrarlo.

Torna su
PisaToday è in caricamento