Caso Buscemi, Nardini (Pd): "Sentenza è ferita a dignità di Pisa"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

La notizia della sentenza conferma della Cassazione una ferita alla dignità di Pisa inferta dal Sindaco Michele Conti che, nonostante le evidenze e le molte manifestazioni di protesta, ha voluto mantenere in un ruolo importantissimo una persona su cui pesava un'ombra così grave. Non ha ascoltato centinaia di cittadine e cittadini, la Casa della Donna, i nostri appelli e nemmeno le voci critiche della sua stessa area politica, come quella di Mara Carfagna. Adesso, per una volta, il Sindaco parli e chieda scusa a tutti i pisani e, soprattutto, alle pisane. All'inevitabile e immediato passo indietro di Buscemi dovrebbe aggiungersi anche il suo, per l'incapacità di fare l'interesse etico della città che rappresenta. Parli anche Ceccardi, che da una parte fa la paladina della sicurezza delle donne con lo spray al peperoncino e dall'altra tollera e tutela una situazione indecente come questa.

Torna su
PisaToday è in caricamento