"Cittadinanza onoraria a Liliana Segre e Egea Haffner"

La proposta da parte dei consiglieri comunali di Fratelli d'Italia a Pontedera: "Si condannino tutte le atrocità della storia del nostro Paese, siano esse nazifasciste o comuniste"

La sala consiliare di Pontedera

Conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre e Egea Haffner in quanto rappresentano "un prezioso baluardo della memoria storica
della nazione". E' quanto chiede una mozione depositata in Consiglio Comunale a Pontedera dai consiglieri di Fratelli d'Italia Matteo Bagnoli e Franco Valleggi. Il documento verrà discusso nelle prossime sedute dell'assemblea cittadina. La mozione parte dalla premessa che "l’amministrazione comunale si vuole adoperare, con atto condiviso dall’assemblea consiliare, per far sì che il ricordo e la condanna di tutte le atrocità della storia del nostro Paese siano esse nazifasciste o comuniste, non scemino con il passare del tempo".

Il documento prosegue ricordando la figura di Liliana Segre, che, "nata a Milano in una famiglia ebraica, l’11 dicembre del 1943, a soli 14 anni venne arrestata, incarcerata e poi trasferita al campo di concentramento nazista di Auschwitz Birkenau, dove rimase prigioniera fino al maggio del ‘45; su 776 bambini deportati nei campi, ne rimasero in vita soltanto 25, tra cui appunto la senatrice Segre". Il testo ricorda poi anche "Egea Haffner, nata a Pola in una famiglia Italo Ungherese nel 1941, costretta nel ‘46 a soli 5 anni a fuggire dalla sua città natale, a causa della pulizia etnica operata dal dittatore comunista Tito, dopo aver perso il padre, assassinato dalle bande Iugoslave. In tutto furono uccisi e gettati nelle foibe 30mila italiani e 35mila persone furono costrette ad abbandonare per sempre le proprie case".

Quindi la richiesta di cittadinanza onoraria per le due donne che rappresentano un "prezioso baluardo della memoria storica della nazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea ritira dal mercato un bicchiere da viaggio: può contenere sostanze tossiche

  • Commercio: nuova apertura in piazza delle Vettovaglie

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 18 e 19 gennaio

  • Polizia di Stato in azione: oltre mille persone controllate nel pisano

  • Occupazioni in varie scuole di Pisa e provincia

  • Ospedale: ancora danneggiamenti alle auto dei dipendenti

Torna su
PisaToday è in caricamento