Laurora si presenta in Commissione consiliare: i consiglieri PD abbandonano l'aula

Polemiche nella seduta di giovedì. Bocciata dalla maggioranza la proposta del M5S di ascoltare i promotori del progetto Moschea

Il consigliere Manuel Laurora

Vivaci polemiche, ieri, nella Commissione Urbanistica del Comune di Pisa. Prima c’è stato l’abbandono dall'aula (è la prima volta che succede dall'inizio di questa legislatura) di due consiglieri comunali del Pd, Giuliano Pizzanelli e Marco Biondi, in segno di protesta contro la presenza del consigliere Manuel Laurora (da alcuni giorni al centro delle polemiche per non aver partecipato al minuto di silenzio per le vittime della Shoah nel Consiglio comunale del 29 gennaio scorso) poi per il no alla richiesta del consigliere del M5S, Alessandro Tolaini, che chiedeva che venissero ascoltati nella stessa Commissione Urbanistica i rappresentanti delle richiesta di costruire una moschea a Porta a Lucca.

“Sebbene - ha così motivato la consigliera Emanuela Dini (Lega) - qualsiasi soggetto pubblico o privato possa essere ascoltato innanzi a questa Commissione, a condizione che il medesimo sia effettivamente espressione di interessi individuali o collettivi, il gruppo consiliare della Lega rileva come nel caso specifico il soggetto richiedente abbia già effettuato una scelta ben precisa, optando per la strada del contenzioso giudiziale e non quella del dialogo, come percorso finalizzato ad ottenere il soddisfacimento del proprio preteso interesse. Ne discende pertanto - ha concluso Dini - come la sede naturale per la rappresentazione di ogni e qualsiasi argomentazione attinente alla controversia sia, a questo punto, solo e soltanto quella dell’organo giudiziale investito dalla medesima”.

"Il contenzioso giudiziario - ha invece detto il consigliere Tolaini - è sulla variante urbanistica e non sull’istruttoria della pratica edilizia cioè del permesso a costruire. Non c’è quindi alcun motivo per non ascoltare il proponente della moschea, l’unico soggetto che ha titolo per intervenire. Il tema della costruzione delle moschea a Porta a Lucca è certamente pubblico, un luogo di culto interessa una comunità di persone, grande o piccola che sia, e la destinazione urbanistica, luogo di culto, fa parte degli standard  pubblici, come dicono le leggi attuali". 

Hanno votato contro questa richiesta del consigliere Tolaini, i consiglieri Manuel Laurora (Il popolo decide), Alberto Conversano (Lega), Antonino Azzarà (Lega), Emanuela Dini (Lega) e Maurizio Nerini (Nap-FdI). A favore, invece, lo stesso consigliere Alessandro Tolaini.

Infine, grande interesse è stato dimostrato da tutti i consiglieri comunali della Commissione Urbanistica per la proposta dell’assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Latrofa, di far coinvolgere direttamente i rappresentanti delle associazioni riuniti nella Commissione Peba, presieduta da Lia Sacchini, garante delle persone disabili del Comune di Pisa, nella valutazione dei lavori destinati ad eliminare le barriere architettoniche in modo tale da rendere quelle stesse opere non solo a norma ma effettivamente utilizzabili dalle persone disabili. Presto verrà fatto un ordine del giorno su questo tema per essere poi presentato alla discussione di tutto il Consiglio comunale.

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi e cocktail estivi: 5 proposte da Marina a Calambrone

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Bollette della luce: consigli per non avere brutte sorprese d'estate

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

I più letti della settimana

  • Casting, a Pisa arriva 'L'amica geniale': si cercano comparse

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Caso Ragusa, la Cassazione conferma: Logli condannato a 20 anni

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 13 e 14 luglio

Torna su
PisaToday è in caricamento