Seduto durante il minuto di silenzio per la Shoah, la Lega: "Ci dissociamo, ma niente dimissioni"

Condanna da parte dei consiglieri regionali del Partito Democratico Nardini e Mazzeo. Sulla questione intervengono Ziello e Bargagna: "Laurora non iscritto alla Lega"

L'onorevole Edoardo Ziello (Lega)

Il gesto del consigliere comunale della Lega Manuel Laurora, che nel corso del Consiglio comunale di ieri, martedì 29 gennaio, è rimasto seduto durante il minuto di silenzio per le vittime della Shoa, ha fatto infuriare la polemica, con la condanna del primo cittadino Michele Conti. Laurora, che si è poi scusato, è stato allontanato dall'aula.

"Ancora uno sfregio alle istituzioni di Pisa per mano della Lega - sottolinea la consigliera regionale del Partito Democratico Alessandra Nardini - il consigliere non è nuovo alla manifestazione di ideologie aberranti, è lo stesso che si scandalizzava per i baci gay, e unisco la mia voce a chi chiede che vengano presi provvedimenti seri. Le scuse appaiono insufficienti e sono la ridicola messa al riparo di chi, intanto, ha voluto mandare un messaggio a chi doveva intendere. Pisa non merita questo orrore. La Lega provinciale condanni il gesto e lo faccia anche la commissaria regionale del Carroccio, Susanna Ceccardi".
Sulla stessa linea il consigliere regionale del Pd Antonio Mazzeo. "Quello che è accaduto in Consiglio comunale è inaccettabile. E non si può pensare di liquidare quanto accaduto come uno spiacevole incidente - attacca l'esponente dem - non ci sono giustificazioni di fronte alla mancanza di rispetto di fronte alla deportazione e all'uccisione di migliaia di persone, morte per dare la libertà a tutti, anche al consigliere Laurora. Tutti, e a maggior ragione coloro che rappresentano le istituzioni, dovrebbero sentire forte l'impegno a mantenere viva la memoria di quello che è accaduto e che rappresenta uno dei più grandi orrori della storia moderna. Da Laurora oggi è arrivato uno schiaffo alla storia di Pisa e dei pisani e mi aspetterei che il suo partito non si limitasse a prendere atto delle scuse ma che pretendesse di non essere più rappresentato da chi, nelle istituzioni, si permette di tenere certi comportamenti".

Qualche imbarazzo anche tra le file leghiste per l'atteggiamento del consigliere, ma il Carroccio dice comunque no alle dimissioni. “Ci dissociamo totalmente dal comportamento del consigliere Laurora che non riflette minimamente il nostro orientamento politico e morale, non essendo iscritto al nostro partito - affermano il segretario comunale e il capogruppo consiliare della Lega Edoardo Ziello e Alessandro Bargagna - ci dispiace che il suo gesto abbia dato adito a qualcuno di poter ritenere che il nostro partito disprezzi la memoria dell'olocausto. Laurora si è scusato pubblicamente, pertanto la richiesta di dimissioni ci appare pretestuosa, sennò anche noi potremmo invocare le dimissioni di Pizzanelli per essersi rifiutato di accettare il minuto di silenzio in conferenza dei capigruppo per la commemorazione dei morti nella strage di matrice terroristica islamica avvenuta lo scorso anno ai mercatini di Natale a Strasburgo” concludono i due rappresentanti della Lega.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (21)

  • Siamo alla follia ,è chiaro che siamo all' omofobia razzista , e fascista, basta veramente con questi insulti verso i diritti umani, anche perché il comune di Pisa va contro i diritti civili detta dalla comunità europea

  • Dico solo di ricordarci che persino alcuni vermi sono tornati in vita dopo 42mila anni. Con questo, ho detto tutto.

  • Stefi lei ha problemi! Il minuto di silenzio un rappresentante pubblico lo DEVE fare altrimenti dimostra la VOLONTÀ di non accettare. Basta dai, è un kojone che andrebbe portato in gita nelle camere di gas per fargli sentire il rumore assordante che fa l’indifferenza verso 6 milioni di morti. Poveri i suoi figli

    • I problemi li ha lei con i numeri:90 milioni di morti sotto il Comunismo e lei ci parla di pochi numeri di parte opposta.

      • Ma qualcuno ha detto che i gulag comunisti erano giusti? Ma xke bisogna sempre fare a chi lo ha più lungo? Il nazismo ha fatto morti con la shoah...si-dunque rispetto e memoria viva in tutti i modi. Vuole negare questo? Quando si aprirà la discussione sul comunismo di m...se ne riparlerà. Risposta secca...dobbiamo dimenticare i morti del nazismo? Mi dica ... Si o No

  • Non capisco questi gesti, che oltre a non essere corretti sotto il profilo morale danno modo all'opposizione di inzupparci il pane. Mah.

    • Non c'è niente da capire. La merda non la si può capire, va solo lavata via.

      • Ecco la tolleranza, il rispetto, l'accoglienza e il pacifismo della sinistra antiviolenza. BOIA DE!

        • Ripeto il commento: lo sai quante persone sono morte durante l'olocausto? Ne hai idea? 17 milioni!! DICIASSETTE MILIONI!!

  • Stare seduti non significa disprezzare la memoria di nessuno, lo volete capire o no? Cacciate Buscemi, piuttosto, che fa ben peggio ostinandosi a nascondere i suoi redditi col placet di Conti &co. Quello è accettabile, giusto? Lega sempre peggio.

    • Ricordo che si parla di 17 MILIONI di vite umane uccise per pregiudizi razziali. Possibile che non ci sia la dignità e la decenza a ricordare un tale scempio?

    • Buscemi è inquisito per stalking ed è lì, il rispetto è andarci, non aveva la sedia a rotelle e deve portare rispetto sennò deve andare via, non si scherza più

    • „Stare seduti non significa disprezzare la memoria di nessuno“... questo lo dice lei... per me è un gesto altamente offensivo, e il commento di Saverio qui sopra mi trova perfettamente d'accordo.

      • Io invece e' altamente offensivo obbligare uno a stare seduto. Ma sai, io sono uno che crede nella democrazia, lei un fascista

      • Io rispetto le vittime, ma il minuto di silenzio è una pantomima a cui non mi sottoporrei. Non si può obbligare qualcuno a questo gesto altamente emotivo. Laurora è stato l'unico sincero in una sala di falsi e ipocriti che si sono alzati per non rischiare di perdere la poltrona. Questo va detto, questa è la verità. Laurora sapeva a cosa andava incontro comportandosi così e così è accaduto: tutti contro, critiche dappertutto. Ecco perché nessuno degli altri ha usato stare seduto.

        • Osato

    • L'intento in questo contesto, restando seduti, è proprio quello di dissociarsi e non prendere parte alla commemorazione. Ed è proprio quello che voleva fare. Questo per guadagnare 5 minuti di pubblicità e qualche voto da parte di qualche fascista/neonazista. Andrebbe preso a pedate...

      • Qui l'unico ad usare toni da fascista invasato e nazista incallito è sempre lei nei suoi commenti intolleranti e razzisti.

        • lo sai quante persone sono morte durante l'olocausto? Ne hai idea? 17 milioni! DICIASSETTE MILIONI, la decenza di stare zitta ce l'hai?

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Ghezzano, incidente nei pressi della Lidl: ferito un ciclista

  • Cronaca

    Migrante morto nel rogo in Calabria: il 29enne era stato spacciatore a Pisa

  • Cronaca

    Municipale, più agenti in centro storico: "Operazione che ricadrà sulle periferie"

  • Cronaca

    Case popolari a Sant'Ermete, il Comune: "Nessun dialogo con chi fa dell'illegalità una bandiera"

I più letti della settimana

  • Intervento chirurgico eccezionale a Cisanello: salvato paziente in gravi condizioni

  • Trascinata dall'auto del fidanzato: è grave

  • Via Cattaneo: chiusa la macelleria islamica

  • Vive in cantina, occupa una casa in Sant'Ermete e il Comune gli fa causa: "Uno dei tanti casi, servono risposte"

  • Tatuatore pisano tiene in ostaggio due persone armato di pistola e coltello: arrestato

  • 'A Silvia' e l'ispirazione poetica: quando Giacomo Leopardi ritrovò l'amore a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento