Decreto Sicurezza e disobbedienza, Conti sta con Salvini: "Dibattito da campagna elettorale"

Il sindaco di Pisa bolla come "inutile" l'azione dei sindaci contrari alle misure sui migranti, rispondendo così anche al Partito Democratico che appoggia la protesta

Anche il sindaco di Pisa Michele Conti è intervenuto sullo scontro istituzionale in corso fra i sindaci ed il Ministro dell'Interno Matteo Salvini sull'applicazione del Decreto Sicurezza. Per il primo cittadino "stiamo assistendo da qualche ora ad un dibattito inutile e da campagna elettorale, alimentato ad arte da alcuni sindaci più interessati ad accendere i riflettori su se stessi che non sui problemi reali delle città da loro amministrate. Non spetta al sindaco disobbedire alle leggi dello Stato, ma sempre e comunque farle applicare".

"Il decreto sicurezza - prende posizione Conti - che condivido e che difende i diritti degli italiani e degli immigrati regolari, ha seguito l'iter democratico previsto dalla Costituzione: è stato approvato dal Parlamento, firmato e promulgato dal Presidente della Repubblica; se Orlando, De Magistris o altri non lo condividono facciano pure ricorso alla Corte Costituzionale e ci facciano sapere con che soldi pagheranno il ricorso, se con i propri o con quelli dei contribuenti. Fino a quel momento la smettano di far politica e facciano gli amministratori, ruolo per cui sono stati votati dai loro cittadini. Noi a Pisa siamo concentrati a rispettare e far rispettare le leggi, a garantire la sicurezza ai nostri cittadini e i servizi a chi ne ha bisogno".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (14)

  • Di dibattiti inutili Conte è un intenditore.

    • Conti, pardon (anche se il peso specifico non cambia)

  • Quello che dice il Sindaco per me è semplicemente giusto. Punto

  • Beh, se è legge è legge, i sindaci devono solo farla rispettare. Però è da riprendere anche quando Madama Ceccardi non voleva unioni civili tra omosessuali a Cascina (a legge già passata trovò il modo di non sposare due ragazze perché la sala era sempre occupata. Oh, non c'era un giorno libero!). È da riprendere anche quando Salvini stesso diceva ai sindaci, sempre in riferimento alle unioni civili, di opporsi e dire di no (e la Ceccardi, che dalle sue labbra pende, è l'esempio migilore). Per le unioni civili si poteva protestare e dire di no alla legge, ora invece "se è legge i sindaci devono solo rispettarla"? Coerenza cari miei, ci vuole coerenza.

    • Ma infatti sbagliava anche la Ceccardi. Un Sindaco DEVE applicare le leggi, se poi queste son fatte a capocchia, lo fa notare insieme a tutti i suoi colleghi dell'ANCI e magari fanno una legittima campagna per cambiarle. Oppure ci si dimette e ci si candida per il parlamento.

    • Sarei d'accordo con lei ma purtroppo nel nostro paese tutti i politici vivono giorno per giorno dimenticando il "ieri" e non pensando al domani: Oggi tocca a me, domani potrebbe toccare a Pietro e dopo domani forse a Paolo. Dunque se una cosa vale per me, dovrebbe valere per Paolo ed anche per Pietro.

      • Sì sì, ma infatti il mio pensiero, per quanto nomini Salvini and friends, potrei farlo su tanti altri. Ho nominato loro perché l'articolo parla di loro. Tutto qui. Tutti i politici dimenticano il "ieri", deve essere una comune forma di Alzheimer. Con rispetto per coloro che davvero soffrono di questa malattia.

        • Ben detto. Brava Silvia!

    • Lei sta parlando di coerenza vero? Si ricorda, se si ricorda quando Salvini, allora segretario della lega, chiama i sindaci leghisti alla disobbedienza contro la legge sulle unioni civili? [Quando Salvini incitava i sindaci a disobbedire sulle unioni civili ]. Se se lo ricorda le chiedo ora di spiegarci dove sta la coerenza cara mia. Altrimenti ognuno la butta come caxxo pare e piace compreso lei

      • E infatti diceva cazzate. Le leggi devono essere rispettate, altrimenti è caos (e infatti...)

        • Proprio così!

  • Michelino e la sua giunta riportano pisa agli splendori di 20 anni fa....combattono il degrado e la delinquenza con acqua e sapone. Quella delle idropulitrici, infatti non c'è dato che inverta la tendenza delle giunte precedenti.

  • ahahahah! conti, prova a metterti contro Salvini e vedrai che il secondo dopo la poltrona salta

  • Ripristinare decoro e legalità a Pisa, è come tentare di infondere la legalità nella testa di Cutolo.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    I Passi: nasce il 'Comitato per la salvaguardia della scuola 'Agazzi''

  • Politica

    Chiusura di una sezione alla scuola 'Agazzi': "L'assessore prende in giro i cittadini"

  • Cronaca

    Centro storico, intervento di Acque: cambia la viabilità di alcune strade

  • Politica

    Partito Democratico, congressi di circolo: a Pisa è Zingaretti il candidato più votato

I più letti della settimana

  • Via Corridoni: principio d'incendio nei locali dell'Agenzia delle Entrate

  • Lanciano liquido contro due passanti da uno scooter in corsa

  • Multata per aver viaggiato con l'auto con targa straniera: "Vittima di ingiustizia"

  • Multe ad auto con targa straniera: prime due sanzioni a Pisa per il 'Decreto Sicurezza'

  • Furti nei parcheggi dei supermercati: fermate due 50enni

  • Peccioli: riapre il parco preistorico dei dinosauri

Torna su
PisaToday è in caricamento