Elezioni politiche 2018, l'analisi dei dati in Toscana: la Lega 'ruba' voti a tutti

Evidenziati da una ricerca dell'Istituto Ixè i flussi di voto e demografici che hanno portato alla ribalta il centrodestra con l'exploit del partito di Salvini

L'Istituto Ixè ha analizzato per Citynews i risultati delle elezioni politiche dello scorso 4 marzo in Toscana, raccogliendo il campione di 850 persone per riuscire a capire come si sia mosso l'elettorato, aggiungendo anche valutazioni sui dati demografici.

Dal 2013 al 2018: la Lega 'ruba' voti a tutti

Nel confronto fra i voti espressi ai partiti nel 2013 rispetto quelli del 2018, il sicuro vincitore è la Lega. Da una percentuale di partenza risibile si può infatti notare che ha pescato a piene mani dagli altri partiti: il 27,5% del Popolo delle Libertà ha preferito il partito di Salvini, così come il 13,5% dei 5 Stelle ed il 9% del Partito Democratico. Al contrario, il ritorno di Forza Italia ha visto solo una riconferma dal PDL del 47,3% dei voti. La più alta 'fedeltà' la ha il Movimento 5 Stelle, con i votanti che hanno riconfermato il voto nel 65,9% dei casi, andando poi a pescare per l'11,6% da SEL, il 6,7% dal PD e il 4,9% dal PDL. Liberi e Uguali prende il 43,3% dal SEL e il 5,7 dal PD.

Voti variati elezioni 2013 2018-2

Le età dei votanti: anziani per il PD

Dango uno sguardo al rapporto votanti/età, si nota che il dato maggiore è il 45,8% di over 65 per il Partito Democratico. Segue come 'peso specifico' la fascia 35-44 anni del M5S (41,8%), poi quella 55-64 sempre per il PD (38,6%) e poi la fascia 25-34 anni per la Lega (37,8). I giovanissimi del voto invece sono tripartiti fra Lega, PD e Movimento 5 Stelle, con quest'ultimo che la fa da padrone con il 36,9%.

Voti età 2018-2

Il voto in base al genere: uomini per il M5S

Nette differenze per quanto riguarda la preferenza fra uomini e donne. Si parte da una sostanziale parità nel Partito Democratico per passare a due parti opposte fra M5S e Lega. Nel primo caso è evidente la prevalenza del voto maschile, mentre nel secondo il sostegno maggiore viene dalle donne.

Voto donne uomini 2018-2

Il peso del voto cattolico

La componente cattolica nelle elezioni ha tradizionalmente peso nelle tornate elettorali. Secono l'analisi a 'giovarne' di più è il Partito Democratico, con il 33,1% di chi presenzia settimanalmente alle funzioni religiose. Quasi doppia quindi i rivali di Movimento 5 Stelle e Forza Italia.

Voti religione 2018-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olio di semi mescolato con il gasolio: denunciati gestori di distributore

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • Lotterie: vinto un milione di euro a Pisa

  • Scontro tra due auto: muore 70enne

  • Cosa fare a Pisa nel weekend dell'Immacolata!

  • Terremoto in Toscana: scossa di magnitudo 4.5 nel Mugello

Torna su
PisaToday è in caricamento