Elezioni politiche 2018: esulta la destra toscana

Celebrano la vittoria i rappresentanti di Forza Italia e Fratelli d'Italia

Reazioni ben diverse delle compagini politiche ai risultati di queste elezioni politiche 2018, che registrando il successo di centrodestra e Movimento 5 Stelle, con un netto arretramento del centrosinistra e del Partito Democratico. A livello regionale resta leader il partito di Renzi, ma i pentastellati seguono a ruota con poi terza forza la Lega, che guida un centrodestra che unito è vicinissimo alla percentuale di consensi raccolti globalmente dal centrosinistra.

I risultati regionali

Esulta la destra. Il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia Francesco Torselli: "Il centrodestra ha vinto le elezioni e per la prima volta lo ha fatto anche in Toscana, spuntandola in 11 collegi uninominali su 21 fra Camera e Senato. Fratelli d'Italia elegge due parlamentari nei collegi uninominali del Senato Prato-Pistoia con Patrizio La Pietra e della Camera a Lucca con Riccardo Zucconi. In attesa dei numeri ufficiali del Viminale, secondo i nostri calcoli, Fratelli d'Italia elegge nel proporzionale anche Giovanni Donzelli alla Camera e Achille Totaro al Senato, quadruplicando la sua truppa di parlamentari rispetto alla precedente legislatura. Siamo soddisfatti del lavoro che abbiamo fatto e del radicamento mostrato sul territorio, il voto è un avviso di sfratto al governatore della Toscana Enrico Rossi, che ha fallito insieme ad una maggioranza di centrosinistra solo virtuale, che non rappresenta più i cittadini toscani. Il Partito democratico e i transfughi della sinistra ne prendano atto e restituiscano immediatamente la parola agli elettori, noi abbiamo già lanciato la sfida e siamo pronti a portare l'esperienza di città come Pistoia, Grosseto e Arezzo al governo della Regione".

Celebrazione del successo anche da parte del leader regionale di Forza Italia Stefano Mugnai: "Il sistema di potere della sinistra in Toscana è finito, e noi siamo orgogliosi di essere quella classe dirigente di centrodestra che ha saputo dare senso compiuto alla democrazia, che vede nell'alternanza la propria maturità. Ebbene: oggi anche la Toscana ha una democrazia matura. Dal 2015 ad oggi abbiamo vinto tutto quanto era possibile ed inimmaginabile vincere. Oggi amministriamo Arezzo, Grosseto, Pistoia, Lucca. A chi diceva che quel risultato fosse circoscritto alle amministrative oggi possiamo dimostrare che no: oggi quel risultato è suggellato dalla vittoria alle politiche. Sottolineo come punto degno di riflessione che in Toscana l'alternativa vincente al centrosinistra è rappresentata dal centrodestra unito e non dal Movimento 5 Stelle". Sulla coalizione: "La Lega conferma certo il risultato importantissimo ottenuto alle elezioni regionali del 2015, ma da quella tornata elettorale ad oggi l'incremento maggiore in termini numerici lo ha avuto Forza Italia".

Il segretario del Pd Sonetti: "Abbiamo perso, c'è bisogno di centrosinistra unito"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commercio: nuova apertura in piazza delle Vettovaglie

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 18 e 19 gennaio

  • Polizia di Stato in azione: oltre mille persone controllate nel pisano

  • Occupazioni in varie scuole di Pisa e provincia

  • Lavori sulla rete idrica a Cascina: mancherà l'acqua

  • Ricercato dal 2017, tenta la fuga in sella ad uno scooter rubato: arrestato

Torna su
PisaToday è in caricamento