Candidato sindaco del Pd: le primarie saranno solo di partito

Stilato dai reggenti regionali del partito il regolamento per le consultazioni che si svolgeranno il 29 aprile. Escluso quindi dalla competizione l'ex assessore alla Cultura, Dario Danti

Nuovo colpo di scena nel tira e molla per la scelta del candidato sindaco del Pd alle elezioni comunali del 10 giugno. E' stato infatti stilato dai reggenti regionali del partito il regolamento per le primarie che saranno di partito e non di coalizione come invece ipotizzato in un primo momento. Resta quindi fuori dalla partita Dario Danti, esponente di Campo Progressista-Pisa e il Mondo ed ex assessore alla Cultura del Comune di Pisa, che nelle settimane scorse aveva lanciato anch'egli la propria candidatura.

"Sono stato escluso, siamo stati esclusi dalle primarie per individuare il futuro sindaco di Pisa - polemizza sul suo profilo Facebook l'ex assessore - il Partito Democratico regionale ha deciso di svolgere, a Pisa, primarie di partito e non di coalizione. Ritengo questa scelta sbagliata e miope. Così non si vuole costruire una coalizione di centrosinistra, così non si favorisce apertura e partecipazione. Questa non è la strada giusta per unire tutte le forze democratiche e progressiste in vista delle elezioni del 10 giugno".

A questo punto l'unico candidato a restare in corsa per quelle che saranno, se saranno fatte, primarie di partito, resta l'attuale assessore al Bilancio, Andrea Serfogli. Nell'eventualità infatti che non si presenti nessun altro oltre Serfogli, le votazioni non ci saranno. "Sono contrario a questa scelta del partito - ha detto Serfogli - le primarie sono un momento di partecipazione e confronto, se si riduce il loro spazio non è positivo. Esisteva fra l'altro una coalizione, con un regolamento ed una base programmatica. Dobbiamo tuttavia vedere l'aspetto positivo, cioè che le primarie sono comunque aperte ad elettori e simpatizzanti del Pd, tutti possono votare. In base ai risultati ottenuti si potrà parlare con le liste civiche e magari comunque ampliare la compagine per le elezioni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le candidature per le primarie Pd possono essere presentate fino alle ore 20 di domani, 21 aprile. Per partecipare serve raccogliere il 3% di firme degli iscritti o del 10% dei membri della sede. Nel caso non ci siano altri candidati oltre Serfogli, questi sarà automaticamente il candidato del Pd, senza il ricorso alle primarie (mai avvenute a Pisa). Non è comunque escluso che nelle prossime ore possano aggiungersi alla competizione ellettorale altre figure. Tra i nomi che circolano ci sarebbe anche quello dell'ex assessore provinciale Nicola Landucci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana: 14 nuovi casi e 6 decessi

  • Coronavirus in Toscana, 18 nuovi casi: un decesso nel pisano

Torna su
PisaToday è in caricamento