Aziende di Ospedaletto colpite dai furti, Conti: "Basta accoglienza a chi vive nell'illegalità"

Il candidato sindaco del centrodestra ha al centro del suo programma la chiusura del campo rom di Ospedaletto

“Più sicurezza in città e chiusura del campo rom di via Maggiore fra Oratoio e Ospedaletto”. Sono fra le priorità del programma del candidato sindaco del centrodestra, Michele Conti, e delle liste che lo sostengono, Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia-Noi Adesso Pisa.

Martedì pomeriggio, 15 aprile, Michele Conti ha incontrato imprenditori e residenti dei quartieri di Putignano, Riglione e Ospedaletto per presentare il programma su sicurezza, decoro e riorganizzazione urbanistica, assieme ai candidati della lista Noi Adesso Pisa – Fratelli d’Italia, Alessandra Orlanza, Filippo Bedini e Leonardo Sbrana. “Residenti e imprenditori non ce la fanno più - commenta Michele Conti - questi quartieri sono diventati invivibili da anni per colpa dell’indifferenza dell’amministrazione Pd che li ha abbandonati al proprio destino e nulla ha fatto se non promesse mai mantenute. Soprusi, angherie e assenza di legalità da anni colpiscono cittadini e aziende. Le cronache quasi quotidiane raccontano storie di furti, rapine, abusi e inciviltà". 

"Adesso - denuncia Conti - veniamo a sapere che lunedì scorso in alcune zone di Pisa la posta non è stata consegnata ai residenti perché qualcuno, nella notte fra venerdì 4 e sabato 5 maggio ha rubato il carburante ad alcuni motorini delle Poste di Ospedaletto, danneggiando anche altri mezzi. Ci hanno raccontato, e abbiamo avuto conferma dalle forze dell’ordine, che i postini non sono potuti uscire e non hanno così potuto consegnare la posta. Ci è stato riferito da alcuni dipendenti che non si è trattato di un episodio isolato, ma che da due anni è la quinta volta che in questo capannone vengono commessi furti e soprusi di ogni genere. Sappiamo bene, fra l’altro, che intorno a questo e ai capannoni vicini di industrie e aziende prospera l’illegalità. Illegalità e abusi come quelli a tutti noti del campo rom di via Maggiore. Una situazione scandalosa e fuori da ogni decenza, anche per le condizioni igienico-sanitarie in cui vengono lasciate vivere centinaia di famiglie e di bambini, e che il Comune continua a tollerare senza muovere un dito”.

“Quando sarò sindaco - conclude Conti - imporremo misure drastiche per contrastare ogni illegalità nella nostra città che leda il diritto alla sicurezza dei cittadini e per chiudere il campo rom di via Maggiore, avviando una trattativa con la Regione. Il numero di presenze di etnia rom a Pisa supera abbondantemente la soglia di sostenibilità sociale. Pisa non può farsi carico da sola di questa emergenza e non può più essere accogliente con chi vive nell’illegalità”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Principio di incendio al Centro dei Borghi: evacuato

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento