Autobus vietati all'aeroporto, Marianelli (PSI): "Un regalo al Pd fiorentino"

Secondo la candidata sindaco del Partito Socialista l'ordinanza comunale nasconderebbe "la volontà di spostare le preferenze dei tour operator sull'aeroporto di Firenze"

"Un regalo o meglio una obbedienza dovuta alla dirigenza del Pd fiorentino". Non si può spiegare in altro modo, secondo la candidata a sindaco di Pisa del Partito Socialista, Veronica Marianelli, la vicenda che riguarda lo spostamento degli autobus turistici dal piazzale dell'aeroporto al Pisa Mover.

"Ancora una volta - afferma la Marinaelli - il Pd ha calpestato ciò che è impresa, turismo e ricaduta economica per la città. E' manifesta la volontà di danneggiare l’imprenditoria privata e quanto avviene a Pisa non è altro che lo specchio delle politiche portate avanti in questi anni a livello nazionale. Gli imprenditori pisani sono sempre stati abbandonati a loro stessi, alle angherie degli enti pubblici. Basti vedere la vicenda dei canoni demaniali riguardanti tutti i rimessaggi del viale D’Annunzio, aumentati a cifre spropositate senza che mai un signor amministratore comunale sia intervenuto per tentare una intermediazione o quanto meno abbia espresso una posizione a favore degli imprenditori 'abusati' dal pubblico potere".

Secondo la Marianelli le scelte effettuate in questi anni a Pisa sono "fuori ogni controllo e da ogni logica, basti vedere una delle ultime 'grandi opere' e cioè il restringimento totale della carreggiata in zona Isola Verde con pista ciclabile di tipo autostradale, per arrivare ora a questa ultima imposizione riguardante la sosta dei pullman in area aeroporto: il grande dispiego di forze della polizia municipale con posti di blocco ai pullman di turisti non si era mai vista, e vien quindi da pensare che la posta in gioco sia veramente alta. Appare evidente che tanto zelo profuso per dirottare i pullman in area People Mover cerchi di camuffare un grande fallimento di logistica a discapito dei cittadini".

"Questo disagio - prosegue la Marianelli - che ha delle ricadute economiche e di immagine negative per la nostra città, nasconde la volontà di spostare le preferenze dei tour operator sull'aeroporto dei fiorentini rilanciando l’aeroporto di Bologna ed il famoso asse logistico dell’appennino. Quali sono stati gli interessi privati che si sono mossi dietro tutto il progetto del Pisamover? Tutta quella marea di soldi ha dato una qualche ricaduta economica per la città o è andata a beneficio solo di progettisti, costruttori e chissà a chi altro?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Noi Socialisti - conclude la Marianelli - crediamo nella coerenza delle idee e tra le nostre scelte abbiamo posto l’interesse della città, in termini di tutela e sostegno all’iniziativa imprenditoriale privata, sviluppo e valorizzazione del turismo sia monumentale che paesaggistico viste le grandi ricchezze di cui disponiamo. La forza delle idee progetto è per i Socialisti una gestione del territorio le cui ricadute conducano alla riduzione della disoccupazione e la crescita del reddito dei pisani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus: 196 nuovi casi in Toscana, il dato più basso dall'inizio dell'epidemia

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

Torna su
PisaToday è in caricamento