'Pisa nel cuore', Paolo Lazzerini spinge Latrofa: "E' la vera alternativa al Pd"

Il capo dell'opposizione di Calci sostiene la campagna elettorale del candidato pisano, che sulla lista annuncia: "Sono persone qualificate e nuove alla politica"

Una lista unica, con volti nuovi della politica, sorretti dall'esperienza di chi la macchina amministrativa la conosce. E' il progetto che prende campo per 'Pisa nel cuore', che stamani 27 aprile ha ricevuto l'appoggio di Paolo Lazzerini, consigliere comunale e capo dell'opposizione nel Comune di Calci.

Quanto fatto da Lazzerini a Calci è lo spunto di quello che Raffele Latrofa vorrebbe replicare nella città della Torre: "Paolo è innanzitutto un amico - ha spiegato - e mi fa piacere che mi accompagni in questa campagna elettorale. E' capo dell'opposizione a Calci da 10 anni, candidato sindaco due volte, nell'ultima tornata elettorale la sua lista 'Uniti per Calci' ha raccolto tutte le compagini avverse al Pd ottenendo più del 30%, perse solamente per un forte voto d'opinione nell'election day nell'apice di Renzi. E' un politico di caratura, coerente, che si spende sul territorio. La sua è una presenza importante, sarà una grande risorsa".

Non sarà in lista Lazzerini, che ha tenuto a precisare che "non sarebbe stato rispettoso verso gli elettori". Il consigliere è conosciuto in città per il suo impegno nell'associazionismo, è stato per vent'anni presidente del Vespa Club. Si impegnerà nel sostenere Latrofa: "Farò il porta a porta, nei quartieri, per raccontare chi è Raffaele. A Pisa ci lavoro, mi sento cittadino, e devo dire che non la riconosco più. Vedo una macchina comunale allo sbando, oltre il degrado. Vedo nella lista di Latrofa la stessa storia che ho visto con la mia, con uno staff preparato. Sinceramente non vedo alternative valide oltre a lui al sistema Pd. Ci sono persone brave nella vita, ma qua serve esperienza amministrativa e capacità, basta a passerelle, volontà di partiti o minestre riscaldate".

"Credo che il centrodestra - conclude Lazzerini - avrebbe potuto confluire su Raffaele come candidato, e fare una larga coalizione. Poi sono state fatte scelte diverse, legittime chiaramente. Dispiace non siano stati riconosciuti in passato i suoi meriti ed il lavoro svolto".

Ancora non sono noti i nomi della lista di Latrofa, ma il candidato ha spiegato che "sarà comunque una lista unica. Da norma può essere da 21 a 32 componenti, posso dire che abbiamo una rosa di una 30ina di persone. Nuove alla politica e persone vere, con motivazioni reali e capaci di portare valore aggiunto alla causa. Noi ci siamo da 3 anni, non capisco come chi si muove da poco tempo possa avere più liste. Presenteremo poi parte della giunta prima delle votazioni, per mostrare quella che è la squadra, e spero che così facciano anche le altre parti, in modo da permettere confronti veri sui temi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia sulla fidanzata pronta a gettarsi dalla finestra: cadono entrambi nel vuoto

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 14 e 15 settembre

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Annullato lo spettacolo 'Up&Down' di Ruffini in Piazza dei Cavalieri

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

  • Pontedera, chiede sesso orale ai minorenni in piazza: arrestato anziano

Torna su
PisaToday è in caricamento