Volterra torna al centrosinistra, il neo sindaco Santi: "Priorità difesa dei servizi e partecipazione"

Il primo cittadino commenta il risultato delle amministrative che lo hanno visto vincere con una percentuale netta sulle altre due liste

Dopo 10 anni Volterra torna ad essere governata dal centrosinistra. Giacomo Santi della lista #fareVolterra è infatti il nuovo primo cittadino del colle etrusco, dopo aver superato con il 44,4% Roberta Benini (33,05%), sostenuta dal sindaco uscente Marco Buselli, e l'ex assessore Paolo Moschi (22,55%). Una vittoria dunque senza storia che il neo primo cittadino non si aspettava. "E' un risultato fuori dalle aspettative, non credevamo sicuramente in un successo così netto - commenta Santi - probabilmente i cittadini erano insoddisfatti dopo 10 anni di civismo e hanno trovato il nostro progetto, ma anche le persone che compongono la lista, convincenti per cambiare. Hanno visto un centrosinistra unito, compatto dietro al mio nome, mentre la vecchia lista civica di Buselli si è divisa".

Il neosindaco dopo i festeggiamenti è già al lavoro per Volterra. "Una delle priorità è sicuramente la difesa dei servizi per combattere il calo demografico - spiega il primo cittadino - inoltre un altro punto importante è quello del lavoro, creare posti di impiego in città; e poi naturalmente la difesa del nostro ospedale, un cavallo di battaglia trasversale a tutte le forze politiche".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Santi punta poi a far diventare i cittadini parte attiva nel governo di Volterra. "Una città si governa con la partecipazione - spiega - il coinvolgimento dei cittadini è stato anche il nostro metodo di lavoro durante la campagna elettorale, per questo abbiamo intenzione di continuare in questa direzione ascoltando le proposte e i suggerimenti che arrivano da chi vive a Volterra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

  • Coronavirus: 175 nuovi casi in Toscana, il numero dei guariti supera i deceduti

Torna su
PisaToday è in caricamento