Elezioni a Terricciola, Arcenni: "No al porta a porta"

Il candidato di Terricciola Sicura commenta i dati negativi della raccolta differenziata e lancia i cassonetti interrati

Con il 25 per cento di percentuale Terricciola si colloca tra gli ultimi posti in provincia e in Toscana per raccolta differenziata. Un dato allarmante che denota da una parte una scarsa attenzione dell’amministrazione ai temi ambientali e dall’altra scarica sulle spalle dei cittadini un’ulteriore tariffa speciale di circa 24mila euro all’anno". A sottolinearlo Matteo Arcenni, candidato sindaco per la lista Terricciola Sicura, che spiega la necessità di un cambio di passo nella definizione delle politiche relative alla raccolta dei rifiuti. "E’ necessario - spiega Arcenni - non inserire il porta a porta che si dimostrerebbe un sistema fallimentare che non porta i risultati sperati in termini di percentuali di differenziata, ha come conseguenza un aggravio di costi per i cittadini, non restituisce un borgo gradevole dal punto di vista del decoro e obbliga le famiglie a ‘carichi’ di smaltimento obbligati. Noi introdurremo i cassonetti intelligenti interrati e di superficie con tessera magnetica e in soli due anni potremo arrivare al 75% di raccolta differenziata annullando la tariffa speciale e introducendo quella puntuale. Ogni cittadino o famiglia pagherà esclusivamente in base al consumo. Ritengo che questa sia una battaglia di civiltà".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

N:B. Testo modificato in data 19 maggio 2019 in seguito ad una richiesta di correzione da parte di Terricciola Sicura

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

Torna su
PisaToday è in caricamento