INTERVISTA | Elezioni comunali a San Giuliano Terme, Di Maio: "Mi candido per proseguire le politiche di buon governo avviate"

L'attuale sindaco del Comune termale in corsa per il secondo mandato

Alle prossime elezioni amministrative del 26 maggio a San Giuliano Terme Sergio Di Maio, attuale primo cittadino in carica, si candida per il secondo mandato alla guida del Comune termale.

1) Presentazione del candidato

"Sono nato a Palermo nel 1971 e da quasi trent’anni risiedo in Toscana, dove ho proseguito anche il mio impegno civile e politico. Nel 2004 sono stato eletto consigliere comunale a San Giuliano Terme. Nel 2009 ho ottenuto la riconferma con 498 preferenze, risultando il più votato. In quella legislatura ho ricoperto il ruolo di presidente del Consiglio comunale. Sono sindaco dal 2014.
Mi presento con una coalizione di sinistra e centrosinistra più ampia rispetto al 2014: Partito Democratico e Democratici Riformisti Insieme correranno insieme a Sinistra Unita per un’altra San Giuliano e alla lista civica San Giuliano Terme Futura. Abbiamo formato una squadra nuova e unita, con competenza, cultura di governo e proposte proiettate al futuro".

2) Come è nata e che obiettivi ha la sua candidatura?

"In questi ultimi cinque anni il nostro Comune è ripartito. Abbiamo avviato un percorso virtuoso a cominciare dalla messa in sicurezza del bilancio. Questa operazione, molto impegnativa e apprezzata dai cittadini che siamo tornati a incontrare tutti i giorni, sia in comune che nelle frazioni, ci ha permesso di programmare un piano di investimenti che, solo negli ultimi anni, ha raggiunto la cifra di oltre 17 milioni di euro. Investimenti completamente autofinanziati, senza, quindi, accendere nuovi mutui o ricorrere ad anticipazioni di cassa.
Quindi mi candido per proseguire le politiche di buon governo avviate, ma con un programma e una coalizione nuovi che riuniscono le forze di sinistra, centrosinistra e democratiche".

3) Quali sono le priorità del suo programma elettorale?

"Dopo aver messo in sicurezza il bilancio, inizierà un’importante fase di investimenti, già in parte cominciata. Praticheremo inoltre il rafforzamento dei servizi comunali e degli affidi diretti a Geste, la società in house del Comune di San Giuliano Terme, affinché i servizi pubblici siano sempre più una garanzia per i cittadini. Priorità anche a scuola e sociale. Per quanto riguarda la scuola, abbiamo lavorato in questi anni per rendere le nostre scuole più sicure, con interventi significativi. Abbiamo inoltre effettuato interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per prevenire situazioni di emergenza o rischio. Obiettivo raggiunto, ma che deve spingerci a migliorare ulteriormente. Nel sociale implementeremo l’assistenza pubblica sia sanitaria che sociale elevandone lo standard, soprattutto per le categorie socialmente più in difficoltà. Il volontariato (incluso quello 'di prossimità'), il terzo settore e il civismo saranno un valore aggiunto, così come ci impegneremo nel contrasto alle ludopatie agevolando gli esercizi pubblici no-slot. Proseguiremo infine l’esperienza dell’osservatorio sulla povertà".

4) Tre parole che caratterizzerebbero il suo mandato.

"Sicurezza, che non è solo quella personale ma per la nostra coalizione si declina in altri quattro aspetti: sociale, ambientale, infrastrutturale e lavorativa.

Investimenti, che saranno possibili grazie al bilancio sano e sicuro e a un grande lavoro di squadra fatto in questi anni.

Beni comuni, che saranno protagonisti della nostra azione di governo nei prossimi anni".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento