Elezioni a San Miniato: si presenta il candidato Pd Simone Giglioli

Fra gli obiettivi valorizzare il turismo e le industrie tradizionali

"Fare il sindaco per chi fa politica è il più grande onore che gli possa capitare, perché si tratta ovviamente di occuparsi direttamente e quotidianamente della vita della propria comunità, dei luoghi in cui vive e delle persone con cui vive". Così parla Simone Giglioli, candidato a sindaco di San Miniato per il Pd e il centrosinistra.

"Abbiamo deciso di fare una campagna elettorale con i sanminiatesi - aggiunge - e la faremo ascoltando le persone casa per casa, abbiamo già in programma incontri con le famiglie e nelle frazioni e prendendoci un caffè insieme potremmo capire direttamente quali sono i problemi e le richieste di ogni famiglia di San Miniato".

"Del resto la nostra realtà - puntualizza il candidato a sindaco - ha tante particolarità e ricchezze sia economiche, come le tante aziende che sono al top dell'economia toscana, sia gioielli ambientali come tutta la Val d'Egola e il Lago di Roffia che deve essere valorizzato di più e meglio. Cioè abbiamo gli strumenti sia per far decollare uno sviluppo socialmente e ambientalmente sostenibile sia per attrarre nuovi turisti fuori dai circuiti classici della nostra regione facendo del centro storico e del tartufo altrettanti volani di crescita che, come nel caso dei viaggiatori della Francigena, riversano i loro positivi effetti su tutto il nostro territorio. C'è quindi bisogno di dare servizi e risposte concrete proprio per aiutare la crescita perché noi non siamo quelli della decrescita infelice perché impoverisce le famiglie soprattutto quelle che vivono del proprio lavoro".

Ed è basata proprio su industria, conciaria e agroalimentare, e ambiente e patrimonio storico- culturale,"queste due robuste gambe", come le definisce Giglioli, la possibilità per San Miniato di correre anche nel prossimo futuro. "Una garanzia per i nostri giovani - dice Giglioli - che, al di là delle proprie aspirazioni, sanno che nel nostro territorio potranno trovare sempre opportunità per realizzarsi. E questo anche grazie a un sistema scolastico eccellente, come riconosciuto da analisi indipendenti su scala nazionale, in cui, pensiamo solo all'IT Cattaneo, ha tassi di occupazione post-diploma da record".

Giglioli ha toccato anche le questioni più politiche spiegando come "le divisioni a sinistra sono un sostegno oggettivo alle destre e specificatamente alla Lega, Cascina e Pisa dovrebbero aver insegnato qualcosa. L'obiettivo comune della sinistra e del centrosinistra è offrire un buon governo per i cittadini e le cittadine di San Miniato non di mandare al ballottaggio il Pd. E' una soddisfazione da onanisti se pensiamo che così si aprono le porte di San Miniato alle destre".

"Noi siamo aperti a tutte le forze politiche e civiche che si riconoscono nei valori del centrosinistra, naturalmente sulla base di una intesa programmatica. Noi siamo alternativi alle destre, a chi fomenta la paura delle persone per lucrarci elettoralmente, e siamo alternativi a chi vuole bloccare la crescita e lo sviluppo della comunità di San Miniato" conclude Giglioli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Coronavirus: le nuove misure varate oggi dalla Regione

  • 'L'Amica geniale' fa tappa a Pisa e alla Normale: appuntamento in prima serata su Rai 1

  • Prenotazione Cup, servizio sospeso su tutto il territorio

  • Liceo Galilei di Pisa: studenti denunciano offese ricevute dai professori

Torna su
PisaToday è in caricamento