Cascina, l'ex sindaco rinuncia al Consiglio, Loconsole (M5S): "Non è un compito di serie B, Antonelli ci ripensi"

Alessio Antonelli, sconfitto al ballottaggio da Susanna Ceccardi, ha annunciato di dimettesi dalla carica di consigliere comunale di minoranza

Il consigliere comunale Claudio Loconsole

Arrivano le prime reazioni nell'opposizione cascinese alla decisione del sindaco uscente Alessio Antonelli, battuto dalla leghista Susanna Ceccardi, neo primo cittadino, di non sedere in Consiglio Comunale nelle file della minoranza. Ad intervenire è Claudio Loconsole, candidato anche lui sindaco e consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle.

"Mettersi a disposizione dei cittadini nelle istituzioni credo sia il fondamento di qualsiasi candidatura, da quella a sindaco a quella a consigliere comunale. Rappresentare i cittadini e portare le loro istanze all'interno dell'istituzione per me costituisce un onore estremo in qualità di portavoce, prima e di consigliere, poi - afferma Loconsole - il fatto di sedere in Consiglio dalla parte opposta rispetto alla maggioranza non rappresenta di certo un compito di serie B. Anzi. I consiglieri comunali di minoranza svolgono alcuni compiti fondamentali per la guida del Comune, ovvero il controllo dell'operato della maggioranza e l’avanzamento di proposte che permettono di migliorare quanto più possibile la vita dei cittadini. Proprio per questo, mi rammarico della scelta che apprendo dai giornali riguardante il candidato sindaco della coalizione PD a volersi dimettere da consigliere di minoranza prima ancora della nomina (in programma oggi, giovedì 23 giugno, ndr)".

"Credo che questa decisione non segua la linea annunciata durante la campagna elettorale caratterizzata da dichiarazioni forti sul voler essere più vicini ai cittadini ad esempio ritornando ai gazebo nelle piazze - prosegue ancora il pentastellato - la possibilità di rappresentare i cittadini che non hanno votato per il raggiungimento del risultato attuale è un'occasione da non perdere. Anche il voler troncare tutti i contatti inclusi quelli dei social (Antonelli ha infatto chiuso i suoi profili, ndr), a mio parere rappresenta una scelta in completa opposizione con tutti i principi dichiarati e portati avanti negli ultimi mesi. Per questo motivo, invito il candidato della coalizione PD a ripensare alla scelta comunicata di non ricoprire alcun ruolo istituzionale e a dimostrare la propria volontà al cambiamento anche tra le file della minoranza. Non è corretto, infatti, mettersi a disposizione dei cittadini solo da vincitore tra le file della maggioranza come sarebbe successo nel caso in cui fosse stato lui a vincere il ballottaggio di domenica scorsa".

"Ad ogni modo - conclude Loconsole - il Movimento 5 Stelle di Cascina, come già detto e ripetuto in passato, non si opporrà a priori a tutte le istanze presentate sia dalla maggioranza che dalla minoranza. Ne valuterà, invece, sia gli obiettivi che i metodi e, se entrambi condivisibili e chiaramente a favore dei cittadini, non avrà problemi a fornire la propria approvazione e condivisione".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il carrello pieno alle casse automatiche pagano un solo articolo: arrestati

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Supermercati: nuovo punto vendita Conad a Santa Croce sull'Arno

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

Torna su
PisaToday è in caricamento