Primarie Pd a Cascina: Paganelli sfida il sindaco Antonelli

Si accende il confronto per le elezioni comunali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

“Una al teatro Politeama davanti ai cittadini nella settimana dal 22 al 27 febbraio e l’altra la settimana successiva, chiedendo la diretta radiofonica, entrambe con due moderatori”. E’ vera e propria sfida pubblica quella lanciata da Andrea Paganelli, candidato Pd alle primarie per la carica di Sindaco: “Da una parte c’è il cambiamento, l’unica speranza di far ripartire davvero Cascina e anche di far vincere il centro sinistra e dall’altra chi ha ingolfato la città negli ultimi cinque – ha attaccato -: è importante che tutto questo emerga con chiarezza e i cittadini possano toccare con mano le differenze, per questo invito Antonelli ad andare oltre la propaganda e ad accettare il confronto pubblico, che dovrebbe essere il sale della politica e anche uno dei motivi per cui si fanno le primarie, ossia per permettere agli elettori di formarsi un’opinione e poi decidere”.

“E non potrebbe essere diversamente perché la posta in gioco è davvero alta: anche l’ultima vicenda del tesoretto di due milioni di euro, annunciato cinque anni fa e ora scomparso, infatti, conferma come non sia possibile alcuna ripartenza della città e successo della nostra parte politica con un sindaco che non rispetta gli impegni presi con la città. Non a caso è proprio per questo che, un giorno dopo l’altro, cresce il numero di persone che chiedono con forza che vinca una proposta solida ma decisamente alternativa a quella del Sindaco attuale. E’ esattamente per questo che ho deciso di candidarmi per far vincere Cascina e non correre il rischio di consegnarla nelle mani del centrodestra”.

I più letti
Torna su
PisaToday è in caricamento