Piazza Viviani: esposto alla Corte dei Conti di Latrofa per danno erariale

Il candidato sindaco di 'Pisa nel cuore': "L'amministrazione comunale ha indetto un concorso di idee su quella piazza non avendone né il possesso, né la proprietà"

Il candidato sindaco Raffaele Latrofa insiste su Piazza Viviani. L'esponente di 'Pisa nel cuore' ha infatti protocollato ieri, 29 marzo, un esposto alla Corte dei Conti per tornare a chiedere "come è stato possibile spendere dei soldi pubblici su un progetto per un terreno non di proprietà del Comune". Il tema è stato trattato all'incontro pubblico tra Latrofa e gli abitanti di Marina di Pisa tenutosi ieri al Ctp1.

Il candidato ha ricordato il "degrado tale da sembrare una piazza dell'immediato dopoguerra" di piazza Viviani, dicendo poi che "è sempre stata, da decine di anni, al centro dei programmi elettorali di chi ci amministra, per la sua riqualificazione, ma non è mai stata riqualificata. Tra le prime interrogazioni che ho fatto, e anche tra le ultime, ho messo a nudo ciò che è accaduto in questi anni. Non si può infatti promettere di riqualificare la piazza essendo a oggi per due terzi di proprietà dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana. L'amministrazione comunale ha indetto un concorso di idee su quella piazza non avendone né il possesso, né la proprietà. Noi chiediamo alla Corte dei Conti se si profila il danno erariale, poiché è stato indetto un bando per un concorso di idee premiando i vincitori con circa 11mila euro. Peccato che il sedime non è proprietà comunale. A nostro avviso sono stati gettati al vento soldi pubblici per un progetto che non poteva essere fatto lì".

L'ipotesi al momento al vaglio dell'amministrazione, nel caso non si trovi un accordo con l'Aoup, è quella dell'esproprio. Tuttavia non è previsto nel 2018. "Le poche centinaia di migliaia di euro per acquistare o espropriare Piazza Viviani - ha concluso Latrofa - sarebbero una piccola goccia nel mare dell'appalto del completamento di Cisanello. Di conseguenza ciò che è stato detto ai marinesi per giustificare che mancavano i soldi è una colossale bugia che hanno raccontato per cinque anni di seguito. Mi risulta che in realtà l'azienda ospedaliera sia molto propensa a cedere il terreno della piazza al Comune. Pertanto se questo non è ancora accaduto è esclusiva colpa degli amministratori pisani.”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Principio di incendio al Centro dei Borghi: evacuato

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 21 e 22 settembre

  • Temporali in arrivo: allerta meteo arancione su tutta la Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento