Fusione Comuni, verso il referendum: in provincia quattro 'in lizza'

Il Consiglio regionale ha approvato una serie di proposte di legge che istituiscono i referendum per la fusione dei Comuni in otto amministrazioni locali. A Pisa i referendum riguardano Casciana Terme-Lari e Crespina-Lorenzana

Prosegue il percorso per la fusione di alcuni Comuni in Toscana, quattro dei quali anche in provincia di Pisa. Il Consiglio regionale ha approvato infatti oggi una serie di proposte di legge che istituiscono i referendum per la fusione dei Comuni, in otto amministrazioni locali. I referendum riguardano le fusioni di Casciana Terme-Lari e Crespina-Lorenzana in provincia di Pisa; di Campiglia Marittima-Suvereto in provincia di Livorno; e di Villafranca in Lunigiana-Bagnone nel territorio di Massa Carrara. A settembre saranno chiamati alle urne oltre 41 mila cittadini.

L'aula si è espressa all'unanimità, approvando anche una serie di ordini del giorno collegati ad ogni singola proposta legge, ad eccezione del referendum per Villafranca in Lunigiana-Bagnone, sul quale Paolo Marini (Fds-Verdi) ha votato contro. Marini ha motivato la sua scelta spiegando di essere favorevole alla fusione di tre Comuni della Lunigiana e non solo due come in questo caso. (fonte Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Johnny Depp e Jeff Beck all'aeroporto di Pisa

  • Meteo: dal 20 gennaio la possibile svolta fredda

  • In stato confusionale si mette una catena al collo e si getta in Arno

  • Si dà fuoco dopo la notifica di sfratto: morto 41enne

  • Ikea ritira dal mercato un bicchiere da viaggio: può contenere sostanze tossiche

  • Calendario 'Miss Nonna 2020': tra le protagoniste anche una signora di Bientina

Torna su
PisaToday è in caricamento