Fusione Comuni, sì al referendum dalla Commissione: in provincia quattro in lizza

Lari e Casciana Terme hanno proposto la fusione in un unico ente, così come Lorenzana e Crespina. Campiglia Marittima-Suvereto invece in provincia di Livorno e Villafranca in Lunigiana-Bagnone nel territorio di Massa Carrara

Verso la fusione di quattro Comuni in provincia di Pisa. All’unanimità infatti la commissione Affari istituzionali del Consiglio Regionale toscano, presieduta da Marco Manneschi (IdV), ha espresso orientamento favorevole a indire i referendum per le fusioni dei Comuni Casciana Terme-Lari e Crespina-Lorenzana in provincia di Pisa, di Campiglia Marittima-Suvereto in provincia di Livorno e di Villafranca in Lunigiana-Bagnone nel territorio di Massa Carrara. Sono stati quindi formulati i relativi quesiti referendari, che andranno all’esame della prossima seduta del Consiglio regionale.

Sono stati ascoltati i sindaci di Casciana Terme, Giorgio Vannozzi, e di Lari, Mirko Terreni, insieme ai primi cittadini di Crespina, Thomas d’Addona, e di Lorenzana, Gianluca Catarzi. In provincia di Livorno hanno promosso la fusioni i sindaci di Campiglia Marittima, Rossana Soffritti, e di Suvereto, Giampaolo Pioli. Infine, in provincia di Massa-Carrara, i primi cittadini di Villafranca in Lunigiana, Pietro Cerutti, e di Bagnone, Gianfranco Lazzeroni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia sulla fidanzata pronta a gettarsi dalla finestra: cadono entrambi nel vuoto

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 14 e 15 settembre

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

Torna su
PisaToday è in caricamento