Casciana Terme-Lari, Una svolta in Comune: cultura all'incontro di sabato 10 maggio all'Arci

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

L'accesso alla cultura non solo come diritto, ma anche come bisogno e come necessità; l'importanza di investire in cultura ed in una scuola pubblica di qualità per rafforzare la vera democrazia, quella che mette al centro la partecipazione dei singoli e dei corpi intermedi. Sono questi alcuni tra i tanti passaggi del Manifesto ARCI per la cultura, presentato sabato scorso presso il Cinema Agorà, che riteniamo essere condivisibili e che sentiamo essere stati individuati con lo stesso sguardo che ha caratterizzato la stesura del nostro programma.

La cultura come approccio metodologico, come scelta di fondo, non come punto di un programma. La coerenza tra scelte politiche d'indirizzo e spazi e scelte culturali sostenute. In un territorio che si trova di fronte alla necessità di cercare una nuova identità, così come in un mondo in cui i confini nazionali sono sempre più labili, occorre guardare alle diversità culturali come ad una risorsa.

Il nuovo Comune Cascina Terme Lari può contare su un patrimonio artistico e culturale di grande rilievo a cui però occorre dare respiro, condividendo con le realtà associative e di volontariato un percorso che non sia caratterizzato da deleghe sterili, ma da una vera e propria assunzione di responsabilità condivise.

Marianna Bosco

Candidata sindaco della lista
PER UNA SVOLTA "IN COMUNE"

Torna su
PisaToday è in caricamento