Amministrative 2018: Lega Nord e Pisa nel Cuore lanciano le primarie del centrodestra

I due partiti chiedono a Forza Italia di partecipare alla competizione proponendo la coordinatrice provinciale Raffaella Bonsangue: "Non perdiamo tempo con i riti della vecchia politica"

L'obiettivo è quello di "mandare a casa il Pd, senza compiere l'errore di perdere tempo con i riti della vacchia politica". Il segretario cittadino della Lega Nord, Edoardo Ziello, e il consigliere comunale di Pisa nel Cuore, Raffaele Latrofa, escono allo scoperto e lanciano l'idea delle primarie del centrodestra per scegliere il prossimo candidato sindaco in vista delle amministrative 2018.

"Da tanto - afferma Latrofa - stiamo girando tutti i quartieri e abbiamo elaborato un programma elettorale che presto presenteremo alla città, pronti a integrarlo e migliorarlo con le indicazioni delle altre forze politiche e dei cittadini. Auspichiamo da sempre un'unione di tutti i partiti e liste civiche del centrodestra, ma non siamo disponibili a farci distrarre da meccanismi complicati che in passato hanno sempre portato alla sconfitta. Nei pochi incontri tenutisi finora non è emerso nessun nome per una candidatura condivisa. In realtà a oggi non è stato neppure avviato un percorso, pertanto siamo sempre più propensi a competere in primarie sequenziali, con un regolamento condiviso, nell'arco di poche settimane, in modo che il candidato sindaco del centrodestra stavolta lo scelgano i cittadini. Pisa nel Cuore ha una bellissima squadra e un programma elettorale chiaro. Non vediamo l'ora di metterci a disposizione di un progetto unitario per tentare di andare a vincere".

Sulla stessa linea Ziello, della Lega Nord. "La Lega - afferma - forte dei risultati delle scorse elezioni regionali e delle stime degli ultimi sondaggi al livello nazionale avrebbe potuto imporre, unilateralmente, un proprio candidato a sindaco, come facevano il Popolo delle Libertà e Forza Italia, fino a pochi anni fa, ma sarebbe stato un atteggiamento perdente e disgregante. Il nostro partito che si fonda su meccanismi di democrazia diretta, è pronto a percorrere la strada delle elezioni primarie perché non abbiamo paura di passare da un'investitura popolare. Il candidato a sindaco che riuscirà a trionfare nelle elezioni primarie avrà quella forte legittimazione politica che gli permetterà di rappresentare tutto il popolo pisano che si pone in alternativa al mal governo del Pd e all'incapacità amministrativa del M5S. Invitiamo Forza Italia - prosegue Ziello - a seguire la linea del proprio movimento giovanile che appoggia le primarie di coalizione, proponendo la propria coordinatrice provinciale, Raffaella Bonsangue, come candidato, in modo tale da alzare la competizione e far vedere ai cittadini pisani che il centrodestra non solo non ha paura di passare dal voto popolare ma che sa schierare candidati autorevoli".

Anche Roberto Ferraro, Coordinatore Provinciale di IDeA Popolo e Libertà (partito fondato dal senatore Gaetano Quagliariello), si schiera a favore delle primarie: "Non sta emergendo - afferma - un candidato condiviso. L’unica via percorribile è quindi quella delle primarie, come ho già avuto modo di affermare nelle varie riunioni politiche che si sono tenute nei mesi scorsi. E dico di più: eventuali nomine calate dall’alto sono inccettabili, oltre che essere umilianti per la comunità di centrodestra pisana. Ricordo che, con questo metodo, il centrodestra pisano da decenni non ha un proprio rappresentante né alla Camera né al Senato, e neppure in Regione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cisanello, tragico tamponamento tra auto: neonato perde la vita

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • A Marina di Pisa sbarca il 'tempio' degli hamburger di qualità

  • Liceo Galilei di Pisa: studenti denunciano offese ricevute dai professori

  • Ladri in azione nella notte: colpiti negozi del centro

  • Concorso in Regione: 84 posti per assistente amministrativo

Torna su
PisaToday è in caricamento