Minacce e offese a Liliana Segre: solidarietà da Centro Sinistra per Calci

Il gruppo di maggioranza ha inviato una lettera alla senatrice Segre

Una lettera inviata dal gruppo consiliare di maggioranza Centro Sinistra per Calci alla senatrice Liliana Segre come attestato di stima e solidarietà dopo le manifestazioni di odio nei suoi confronti, che hanno portato alla decisione di affidarle una scorta.

Ecco il testo completo:

Cara Liliana,

ci permetta di esprimerle la nostra vicinanza con questa lettera che non sarà dissimile nei contenuti ai tanti attestati di solidarietà che avrà ricevuto in questi giorni.
La sua storia, la sua vicenda umana di sopravvissuta all’inferno di Auschwitz, basterebbe da sola a far capire l’alto senso morale di una vita, non invano trascorsa. Una bambina che solo per il fatto di essere ebrea ha dovuto subire prima il carcere a Varese, a Como, a San Vittore e poi la deportazione verso il campo di concentramento nazista. Sopravvissuta insieme a soli altri 25 bambini, quindicenne, per molto tempo non ha voluto parlare della sua tragica esperienza, ritenendola troppo difficile da capire da parte di chi quel dolore non lo aveva vissuto, troppo terribile da rievocare da parte di chi quel dolore fino in fondo aveva sofferto.

Una vita intensa la sua, Senatrice, fino a quando nel gennaio del 2018, ad ottanta anni di distanza dall’emanazione delle vergognose leggi razziali, il presidente Mattarella l’ha nominata senatrice a vita, un grande onore per tutti noi e per la nazione italiana.
Nella sue lucide esternazioni, fatte sempre con fermezza delle idee ed eleganza dei toni, ha sempre sostenuto il primato della democrazia e l’avversione radicale ad ogni tipo di discriminazione e persecuzione su base razziale: “curare la democrazia, farne un bene personale. E non avere paura”, ha dichiarato lei stessa proprio in questi giorni. 

Il dovere della memoria, l’apertura nei confronti dell’altro sono una costante del suo pensiero profondamente coerente e volto alla difesa di quei valori universali che sono alla base della nostra Costituzione.
Per questi valori ha voluto fortemente l’istituzione di una Commissione parlamentare di indirizzo e controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza, commissione adesso approvata.

Questi alti meriti e la sua storia non sono bastati a “regalarci” un Senato unito in un’approvazione all’unanimità della Commissione, con un’astensione compatta del centrodestra incomprensibile e quasi offensiva. Né tantomeno sono bastati a tenerla lontana dall’odio più bieco che adesso si esprime sommamente nei social: odio violento, odio razzista, odio pericoloso, tanto che da qualche giorno è costretta a vivere sotto scorta, tragico epilogo di un clima intimidatorio e sempre più pervasivo e preoccupante.  Lo sdoganamento di un linguaggio truce e volgare da parte di alcuni politici ha certo fomentato questo clima d’odio ed è per questo che nel condannare fortemente ogni forma di violenza verbale, e di incitamento all’odio razziale, le offriamo la nostra sincera solidarietà e vicinanza.

Siamo e saremo sempre enormemente fieri di vederla seduta a rappresentarci nell’Aula del Senato.

Il gruppo 'Centrosinistra per Calci' del Comune di Calci (Pi):

Francesca Meneghini, Capogruppo di maggioranza
Sondra Cerrai
Massimiliano Ghimenti, Sindaco di Calci
Paolo Nicoletti
Divio Del Moro
Tommaso Pierini
Sandro Bernardini
Valentina Marras
Anna Lupetti
Valentina Ricotta
Giovanni Sandroni
Stefano Tordella

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Polizia di Stato in azione: oltre mille persone controllate nel pisano

  • Occupazioni in varie scuole di Pisa e provincia

  • Guardia di Finanza, nuovo bando da 66 posti: chi può partecipare

  • Bancomat fatto esplodere: furto da 36mila euro a Casciana Terme

  • Lavori sulla rete idrica a Cascina: mancherà l'acqua

  • Ricercato dal 2017, tenta la fuga in sella ad uno scooter rubato: arrestato

Torna su
PisaToday è in caricamento