Ericsson: dalla Regione chiesti un tavolo sindacale e la revoca dei finanziamenti pubblici

I testi delle due mozioni approvate dal Consiglio Regionale sono stati presentati da M5S e Sì Toscana a Sinistra

Una protesta dei lavoratori Ericsson in Piazza dei Miracoli

Due mozioni sul caso della società Ericsson Telecomunicazioni, che sta ridimensionando la sua presenza in Toscana, sono state approvate all’unanimità dal Consiglio Regionale. Le due mozioni, presentate rispettivamente da Sì Toscana a Sinistra e da M5S, impegnano la Giunta a continuare ad attivarsi per l’istituzione del Tavolo sindacale già richiesto verificando al contempo la possibilità di revocare i finanziamenti della Regione a favore della multinazionale con sede in Svezia.

Le mozioni approvate chiedono un chiarimento sul disimpegno della multinazionale e fanno seguito ad analoghe mozioni approvate nei mesi scorsi dall’Aula consiliare.

Ad illustrare il testo presentato dal M5S è stata la consigliera Irene Galletti, che ha affermato che “deve proseguire il canale già attivo tra la Giunta ed i vertici italiani dell’azienda” aggiungendo che occorre “fare le necessarie pressioni sul Governo e il Ministero dello Sviluppo Economico perché quest’ultimo non consideri esaurito il suo ruolo”.

Il capogruppo Tommaso Fattori, illustrando la mozione di Sì Toscana a Sinistra, ha invece incentrato la sua richiesta sulla necessità di “attivarsi ancora nei confronti del Governo affinché sia istituito il Tavolo di confronto chiesto dalle organizzazioni sindacali” e di “verificare con urgenza, tramite l’Avvocatura regionale, la possibile revoca dei finanziamenti ad oggi in corso a favore della multinazionale”, non escludendo perfino “la restituzione di quelli già erogati”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In appoggio alle due mozioni si è schierato Andrea Pieroni, Pd, il quale ha sottolineato che “purtroppo in queste settimane non si sono registrati fatti positivi” evidenziando tuttavia che “la Giunta ha dato dimostrazione di essersi spesa in un impegno concreto”. Pieroni si è augurato che sia trovata una “intesa dignitosa” per i lavoratori dello stabilimento di Pisa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

  • Coronavirus in Toscana: 10 nuovi casi e 5 decessi

  • Il Giugno Pisano si farà: "Eventi simbolici per dare continuità alla tradizione"

Torna su
PisaToday è in caricamento