homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Pisa unico e super Comune: ecco l'idea del sindaco Filippeschi

I partiti di maggioranza (Pd, Psi, Idv e Lista civica) hanno lanciato la proposta di avviare una riforma istituzionale che preveda la nascita di un unico grande comune, unendo tutti i municipi della zona

L'idea è quella di creare un super Comune, unendo Pisa con i paesi di San Giuliano, Calci, Vecchiano, Vicopisano e Cascina.  "Siamo pronti - ha detto il sindaco, Marco Filippeschi - per una città più grande, motore della Toscana: con la riforma delle istituzioni locali, oltre il piano strategico dell'area pisana, per un nuovo comune di 200 mila residenti e una nuova democrazia municipale".

In un'assemblea cittadina i quattro partiti che governano la città hanno ufficialmente lanciato la ricandidatura di Filippeschi per un secondo mandato da primo cittadino. "La riforma delle province e la nuova carta delle autonomie locali - ha sottolineato Filippeschi - possono essere l'occasione per fare una discussione assai utile e un passo in avanti. Pisa è un comune ben amministrato, definito virtuoso secondo la legge, con minore debito, recupero dell'evasione fiscale, ridotta spesa di personale, aziende in house (strumentali) efficienti e utili ai nostri obiettivi".

Infine, il sindaco pisano ha spiegato che nei prossimi anni l'amministrazione farà altre riorganizzazioni, superando i limiti dimensionali per restare al passo con l'Europa. "Stiamo sviluppando il Piano strategico dell'area pisana - ha concluso - e siamo la realtà più avanzata della Toscana in questo campo, come ci dice la Regione. Ma economie di scala e programmazione ai ritmi necessari non si possono fare, in questi limiti. E dunque anche le politiche più innovative sono fragili, rischiano di non cambiare davvero l'amministrazione, di essere effimere". (Fonte Ansa)

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Piero
    Piero

    Non so quanto sia fattibile, ma vi dirò che l'idea non è così malvagia

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Viabilità sul litorale: nuova circonvallazione e manutenzioni a Tirrenia

  • Cronaca

    Illuminazione sul litorale: via ai lavori per rifare tutti gli impianti

  • Cronaca

    Nata la piccola Laura dai genitori migranti accolti a Pontasserchio: "No alla politica xenofoba"

  • Cronaca

    Via Cattaneo: uova contro il circolo del Partito Democratico

I più letti della settimana

  • Cascina, il post su Imagine 'costa caro' al sindaco: bloccato il profilo Facebook

  • Gioco del Ponte, ci siamo: il programma della giornata

  • The Jungle, sospesa l'apertura dell'area concerti: "Le regole vanno rispettate"

  • Volterra, morso da una vipera: 83enne in rianimazione

  • Ac Pisa 1909, Lucchesi lascia i nerazzurri: "Termina qui la mia avventura"

  • Terremoto a La Spezia avvertito anche a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento