Polemica sul centro trapianti: Mazzeo lancia l'incontro fra politica ed operatori sanitari

Il consigliere regionale Pd, con una lettera aperta, propone di creare un percorso unitario per sviluppare le potenzialità del sistema ospedaliero pisano

Un incontro per creare un percorso unitario fra politica ed operatori utile a migliorare il servizio pubblico della sanità. E' l'iniziativa lanciata dal consigliere regionale Pd Antonio Mazzeo, che in una lettera aperta si è rivolto al chirurgo che nei giorni scorsi è stato al centro del dibattito per il suo sfogo circa un depotenziamento del centro trapianti dell'ospedale pisano, notizia poi smentita dal governatore Rossi. Il dottor Pezzati si è poi scusato, sottolineando come però sia avvertita diffusamente una distanza fra classe dirigente e gente comune

"Caro dottor Pezzati - scrive Mazzeo - scrivo a lei per rivolgermi indirettamente a tutto il personale medico, infiermeristico e sanitario che lavora nell'Aoup. Prima di tutto voglio dirvi grazie per il grande lavoro che svolgete quotidianamente (anche ben oltre il normale orario di lavoro) permettendo all'aziende ospedaliero-universitaria pisana di essere un vanto non solo a livello regionale ma un punto di riferimento a livello nazionale. Siete voi gli eroi silenziosi che fanno grande la nostra sanità".

"Le scrivo nella convinzione che la vicenda che l'ha vista coinvolta in questi giorni, e che qualcuno ha purtroppo voluto usare strumentalmente per il proprio tornaconto, possa invece trasformarsi in una grande occasione per tutti noi. Rispondo alla sua lettera di ieri con una lettera aperta, l'ultima, perché ha ragione: vediamoci, stringiamoci la mano, parliamone guardandoci in faccia".

Per il consigliere "mai come oggi è necessario superare ogni tipo di equivoco e fare in modo di ridurre ulteriormente le distanze. Vediamoci, dunque. Ma non soltanto lei ed io. Facciamo incontrare la politica e la sanità, gli amministratori e gli operatori. Discutiamo di quello che funziona e di quello che c'è da migliorare. Fughiamo i timori che serpeggiano in corsia e spengiamo una volta per tutte il brusio di fondo di un ipotetico depotenziamento di Pisa a favore di Firenze chiedendo che il nuovo Direttore Generale, non appena sarà insediato, rediga un progetto che serva a rinforzare e sviluppare tutti i punti di forza della sanità pisana e preveda i necessari investimenti sia nel personale sia nella tecnologia".

"Organizziamo nei prossimi giorni un momento di confronto al quale possano partecipare medici e dirigenti, infermieri e oo.ss. e, ovviamente, anche il sindaco di Pisa perché la battaglia per la salute pubblica non ha e non deve avere colore politico". Su quest'ultimo aspetto "il compito della politica, dal livello regionale a quello nazionale, non è quello di ostacolarvi né tanto meno quello di togliere risorse a un settore vitale per la nostra società. Il nostro ruolo è piuttosto quello di mettere voi nelle condizioni di svolgere un lavoro sempre migliore, anche attraverso il sostegno alla ricerca, e di garantire ai cittadini un servizio sempre più efficiente e di qualità che dia loro risposte in tempi ragionevoli".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (11)

  • Davvero, perché pensare che da firenze possano mettere le mani su qualcosa di Pisa. L'aeroporto? La Normale? Un paio di primari? Badalì, coincidenze. Mazzeo, poi, è quello che ha contribuito alla privatizzazione dell'aeroporto dei toscani. Fidatevi voi, se volete.

  • lo stesso incontro che avete fatto prima di depotenziare oculistica? lo stesso incontro prima di far vendere le azioni di sat? un giorno di questi dragherete Arno per fare il porto vicino a ponte vecchio

    • bellissima dragherete arno...

  • come sempre si casca dalle nuvole... è possibile che ci muoviamo sempre solo dopo polemiche o tragedie? i nostri amministratori dovrebbero essere più proattivi e concreti, per il bene della popolazione e non indirizzare scelte per accontentare solo gruppi ristretti di votanti ...

  • Buone le parole, che seguano fatti.

    • mazzeo è un venduto prestato alla politica di cui non sa assolutamente niente spinto dal suo capo renzi con la macchina elettorale del pd. una vergogna totale per pisa. uomo senza dialettica inadeguato e incapace . appena apre bocca la sx perde il 3%. porta pure sfiga

    • Visto che sei chiaramente un suo sostenitore, vorrei un parere su parole e fatti di Mazzeo e della sua compagnia su parole e fatti seguiti in precedenza (ad esempio su compravendita passata di medici, all'aeroporto, sulla massa di investimenti in generale destinati dalla Regione a Pisa rispetto a Firenze ma anche alle altre realtà regionali). Cosa dici in proposito?

      • Non sono un sostenitore di Mazzeo ma, laicamente, se questi (o chiunque altro di cui non abbia per forza simpatia o peggio), dice parole che condivido, mi ritengo sufficientemente libero da vincoli ideologici per riconoscerlo. Poi, come detto, mi rimetto ai fatti che, per il mio modo di vedere, è ciò che dà o toglie peso alle parole.

        • Insomma, non mi hai risposto, ti ho chiesto un parere su parole e fatti di Mazzeo x il passato, x come ha "difeso" Pisa, ma non hai risposto a questo

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Auto sfonda la vetrata del bar Lilli: "Siamo disperati, poteva esserci una strage"

  • Politica

    Elezioni, domenica alle urne: la diretta della giornata di voto

  • Cronaca

    Arrestato a Roma boss del narcotraffico: tra le città rifornite anche Pisa

  • Cronaca

    Sorpreso a spacciare e con un coltello a serramanico: arrestato e rimesso in libertà

I più letti della settimana

  • Muore dopo essere caduta dalla finestra: probabile suicidio a Pontedera

  • Lutto nel mondo della sanità: muore infermiere dell'Aoup

  • Cinque ristoranti dove mangiare carne a Pisa

  • Dermatite atopica: visite gratuite al Santa Chiara

  • Pulizia e igienizzazione della lavatrice: alcuni consigli utili

  • Elezioni comunali 2019: come si vota

Torna su
PisaToday è in caricamento