Regolamento per l'adozione di aree verdi e modifiche al regolamento urbanistico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

In Consiglio Comunale  sono stati approvati due importanti atti già varati dalla 1° Commissione Consiliare che presiedo. Il primo atto il 'Disciplinare per l’adozione delle aree verdi e degli elementi di arredo urbano di proprietà comunale', presentato dall’assessore Latrofa e dall’Arch. Paola Senatore, con il lavoro ulteriore Arch. Cristina Vannozzi e la supervisione dell’Arch. Daole sullo stato di fatto delle rotatorie e delle aree spartitraffico con 'aree verdi' interne presenti sul territorio pisano

Il disciplinare è stato oggetto di un’ampia discussione di 4 sedute nella 1°CCP (4-7, 8/7, 12/9, 23/9) e sono venuti fuori suggerimenti e modifiche che hanno portato alla stesura di un strumento snello per queste adozioni che sono diventate un valore aggiunto per la cura della nostra città e che trovano un riscontro favorevole nei cittadini e nelle associazioni, ditte , società che chiedono le adozioni. Un procedimento virtuoso di cittadinanza attiva da incentivare.

Il secondo atto prevede la modifica al Regolamento Urbanistico con una residenza sanitaria assistita al posto di una chiesa a Barbaricina in una zona ad oggi incolta e inserita in un quartiere che ha già diversi luoghi di culto. Un intelligente recupero degli spazi che apre ad una vasta utenza dei quartieri di Barbaricina, CEP e San Rossore in un momento storico in cui la popolazione invecchia, le esigenze cambiano e nasce l’opportunità di dare spazi decorosi inseriti in un ambiente circostante di tutto rispetto e che va nella direzione portata avanti da Noi Adesso Pis@ Fratelli d’Italia proprio con le campagne di riappropriazione degli spazi.

Torna su
PisaToday è in caricamento